Mini Scooter E Concept: questione di feeling

Mini risponde a Smart. Ecco lo Scooter E Concept della casa inglese: motore elettrico e, quanto a stile, nulla da invidiare alla... 4 ruote

Mini Scooter E Concept

Altre foto »

Solo ieri Smart aveva diramato immagini e informazioni più dettagliate del suo e-scooter e oggi le risponde Mini con un analogo prototipo di "motorino" elettrico: il Mini Scooter E Concept. Dietro alla sana concorrenza tra due marchi per molti aspetti simili tra loro, si nasconde però un ben più agguerrito scontro tra i due colossi Mercedes e Bmw, entrambi interessati al crescente mercato dell'e-mobilità per abbassare le emissioni medie della propria gamma. La proposta a due ruote di Mini, che debutterà in anteprima mondiale al Salone di Parigi, è costituita in realtà da due diversi allestimenti: una versione monoposto, più sportiveggiante, ed una per due persone.

Fin dal primo sguardo il Mini Scooter E Concept richiama lo stile british e un po' vintage della piccola vettura inglese. Lo scooter punta quindi ad attrarre lo stesso pubblico che apprezza le Mini a quattro ruote, ossia clienti attenti alle mode e giovani. Il classico stile Mini si ritrova nel fanale anteriore che richiama i gruppi ottici visti recentemente sulla Countryman e nell'inclinazione dello scudo anteriore che ricorda quella del parabrezza dell'auto.

Coerente con il brand è poi la sensazione di sportività esaltata dalle piccole ruote da 11 pollici, che però non saranno particolarmente apprezzate nelle nostre città, sempre troppo piene di buche. Altre citazioni stilistiche sono individuabili negli indicatori di direzione, nelle abbondanti cromature e negli specchietti retrovisori verniciati in colorazioni a scelta. La versione con sella singola (rivestita in pelle color cuoio) è verniciata nella tinta British Racing Green mentre la versione biposto nel colore antracite pastello a contrasto con il giallo della sella e delle calotte degli specchietti.

A spingere il piccolo scooter ci pensa un motore elettrico posizionato all'interno della ruota posteriore e alimentato da una batteria agli ioni di litio. La ricarica può essere effettuata utilizzando una normale presa di corrente attraverso il cavo avvolgibile in dotazione di 5 metri di lunghezza.

Come sull'e-scooter Smart è presente una dotazione tecnologica all'avanguardia con l'integrazione di uno smartphone nella strumentazione di bordo: oltre alla funzione di accensione il cellulare fa anche da display per le informazioni di viaggio, la connessione a internet, il navigatore (con la cartografia di Google Maps) e ovviamente il telefono con Bluetooth (utilizzabile con il casco Mini Collection dotato di microfono integrato). 

Se vuoi aggiornamenti su MINI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Tomelleri | 23 settembre 2010

Altro su MINI

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti
Mercato

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti

Ad Oxford si celebra la Mini 3.000.000: è una Clubman John Cooper Works; dal 2001, la capacità produttiva è salita a 1.000 unità al giorno.

Mini Countryman Premiere Edition
Anteprime

Mini Countryman Premiere Edition

Disponibile prima del lancio con un ricco equipaggiamento

Mini John Cooper Works Rally: pronta per la Dakar 2017
Motorsport

Mini John Cooper Works Rally: pronta per la Dakar 2017

Allestita sull'attuale Countryman, l'annunciata concorrente per Peugeot 208 DKR e Toyota Hilux sviluppa 340 CV dal Bmw 3.0 turbodiesel sei cilindri.