La Abarth 500 diventa… Atomika

Una reinterpretazione eco della 500 Abarth: sarà dotata di 2 motori elettrici da 215 CV. Ribattezzata Atomik, verrà prodotta in sole 50 unità

La Abarth 500 diventa... Atomika

di Andrea Barbieri Carones

05 maggio 2010

Una reinterpretazione eco della 500 Abarth: sarà dotata di 2 motori elettrici da 215 CV. Ribattezzata Atomik, verrà prodotta in sole 50 unità

Correvano i favolosi anni ’60 quando la Fiat 500 “sfrecciava” sulle prime, rare autostrade italiane. Oggi, 45 anni dopo, la piccola auto italiana è fra quelle che vanta più variazioni sul tema. Fra queste si registra la Atomik 500, una reintepretazione dell’omonimo preparatore francese presentata al recente Top Marques Monaco Auto Show.

La base di questa rivisitazione è stata la 500 Abarth, che è stata modificata in alcune parti della carrozzeria per renderla ancora più incollata a terra, visto che è stata dotata di un motore elettrico da 215 CV e un’accelerazione da auto da corsa: raggiunge i 100 km/h in appena 5 secondi partendo da ferma ed è in grado di correre fino a 180 km/h.[!BANNER]

Nelle emissioni zero, ciò che conta è l’autonomia, che in questo caso dovrebbe attestarsi sui 200 chilometri, risultato eccezionale per un veicolo con queste caratteristiche sportive. Ma i costruttori si sono basati su due fattori chiave per raggiungere tale obiettivo: l’efficienza generale dell’impianto elettrico e il peso relativamente contenuto visto che non supera i 1.400 kg, grazie a una carrozzeria in fibra di carbonio particolarmente leggera.

La trazione? Integrale, grazie alla presenza di un propulsore elettrico su ciascuno dei due assi. Questa incredibile emissioni zero sarà prodotta in appena 50 esemplari, cosa che renderà il prezzo – non ancora comunicato – piuttosto elevato.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...