Rinspeed iChange

L’ultimo visionario concept di Rinspeed è una sportiva con carrozzeria che si adatta al numero dei passeggeri per ottimizzare i consumi

Rinspeed iChange

di Redazione

22 febbraio 2009

L’ultimo visionario concept di Rinspeed è una sportiva con carrozzeria che si adatta al numero dei passeggeri per ottimizzare i consumi

.

Frank M. Rinderknecht, elvetico, visionario, fondatore e presidente di Rinspeed, si è dapprima ritagliato uno spazio importante nel mercato del restauro di automobili d’annata e negli ultimi tempi ha spostato il proprio core business nella realizzazione di concept cars che vengono puntualmente presentate a Ginevra.

La nuova iChange, che nel nome ricorda il claim utilizzato nell’ultima campagna elettorale americana (yes, she can!), farà il suo debutto, quindi,  alla settantanovesima edizione del Salone dell’Auto di Ginevra.

Una goccia che si trasforma

L’idea alla base del progetto è che l’auto debba consumare meno se trasporta un unico passeggero, contrariamente a quanto accade con le auto in circolazione, capaci di trasportare anche  7 persone, come monovolume o SUV, ma progettate per non ottenere nessun risparmio con il singolo guidatore  a bordo (e questo è, spesso, il caso più frequente).

Alla pressione di un pulsante la Rinspeed iChange, che nelle forme ricorda una goccia, magicamente si apre nella parte posteriore del tetto a cupola e permette trasportare fino a 3 passeggeri; il tutto in 1,03 metri d’altezza , 4,28 di lunghezza e 1,80 di larghezza: misure da sportiva.

Ma non solo: a seconda del numero di passeggeri e delle esigenze di spazio, la cupola in vetro si modella, alzandosi o abbassandosi. In questo modo, se il guidatore fosse l’unico passeggero, l’auto si conformerebbe aerodinamicamente in modo da ottenere un Cx migliore, migliorando in questo modo gli stessi consumi.
Tutto ciò è reso possibile dalla conformazione del tetto che si “chiude” posteriormente in diverse posizioni, più o meno in alto, per favorire il confort o per limare i consumi; lo stesso sistema permette anche la salita a bordo dei passeggeri, dal momento che l’auto è sprovvista di porte.

Cuore elettrico, emissioni zero

La iChange è una vettura ad emissioni zero, perché dotata di motore elettrico e batterie agli ioni di litio prodotte da Siemens,  disponibili in due diverse  configurazioni: per brevi e lunghi percorsi di guida.

La via ecologica intrapresa da Rinspeed  si avvale della consulenza ingegneristica di Esoro, azienda che ha curato anche alcuni precedenti progetti della Casa e che in questo casio ha costruito un’auto del peso di soli 1.050 Kg; unitamente al motore elettrico e al coefficiente di penetrazione aerodinamica, ottimizzato a seconda dell’utilizzo del mezzo, il peso contenuto è una delle componenti chiave per il raggiungimento del risparmio energetico.

Il motore, capace di 204 CV a 4500 giri/min, è in grado di spingere l’auto ad una velocità massima di 220 km/h; lo 0-100 è coperto in poco più di 4 secondi mentre  il cambio a sei velocità con preselettore è derivato da quello della Subaru WRX.  La coppia dell’auto, vera chicca delle auto a propulsione elettrica, è di 370 Nm, costante in tutto l’arco di utilizzo da 0 a 3000 giri/min. L’auto è in grado di garantire una percorrenza di circa 90 km (non moltissimo dunque)  e per la ricarica delle batterie occorrono circa 3 ore.

Aerodinamici e votati al risparmio anche i cerchi in lega AEZ, ultraleggeri che montano pneumatici Pirelli P Zero 215/40-17 all’anteriore e  245/40-18 dietro.

Interni hi-tech
All’interno dell’auto i tasti sono un concetto demodè. Un iPhone di Apple supplisce all’assenza della chiave e lo stesso dispositivo è in grado di comandare anche alcune altre funzioni. Il cuore informativo dell’auto è invece un sistema di ultima generazione fornito dallo specialista Harman/Kardon, che comprende anche il sistema audio e quello di navigazione ed utilizza processori Intel innovativi in grado di minimizzare il fabbisogno energetico. Il navigatore stesso è eco-friendly: calcola automaticamente il percorso meno dispendioso e lo visualizza in una mappa 3D.

Il riscaldamento dell’abitacolo, dato che il motore elettrico che non produce dispersione di calore sufficiente allo scopo, è affidato a due sistemi prodotti ad hoc dall’ Eberspächer Group, azienda leader del settore e progettati per funzionare alternativamente per brevi e lunghe distanze: il primo è completamente elettrico, il secondo funzionante ad etanolo 85.
La climatizzazione nel periodo estivo, invece, si avvale del supporto di pannelli solari posizionati sul tetto, ai lati e in alto. Con grande cura sono stati scelti i materiali dei rivestimenti, selezionandoli tra quelli a basso impatto ambientale.

L’auto sta suscitando l’interesse di molti, per via della grande attenzione alle questioni ambientali e al risparmio energetico,  ed in particolar modo ha incontrato il favore del Ministero per l’Energia svizzero che ha concesso ampio supporto a quello che considera un progetto davvero innovativo.
Nella visione di Rinspeed, iChange è il simbolo delle trasformazioni radicali dell’industria automobilistica nel terzo millennio, è un segnale per i prossimi cambiamenti globali nella mobilità individuale che non potrà prescindere dalla eco-sostenibilità.