Peugeot 208: arriva la versione a GPL

L’impianto è realizzato da LandiRenzo e montato in fabbrica a Trnava.

Peugeot 208: arriva la versione a GPL

di Valerio Verdone

03 maggio 2016

L’impianto è realizzato da LandiRenzo e montato in fabbrica a Trnava.

Le auto a doppia alimentazione benzina/GPL sono sempre più apprezzate sul mercato delle utilitarie, sia per gli innegabili vantaggi a livello economico, un pieno costa spesso meno di 20 euro con i prezzi attuali del GPL, sia per lo sviluppo degli impianti di ultima generazione, che garantiscono affidabilità e prestazioni speculari a quelle di un’auto con alimentazione a benzina.

Così, anche la nuova Peugeot 208 introduce in gamma questa alimentazione, ma con uno schema tecnico innovativo: si tratta di un  impianto GPL, realizzato dallo specialista emiliano LandiRenzo, abbinato al tre cilindri benzina PureTech 82. L’impianto è installato in fabbrica, a Trnava (Slovacchia), direttamente sulla linea di produzione della 208.

Inoltre, al fine di assicurare prestazioni e affidabilità anche con questa alimentazione, il tre cilindri PureTech 82 è stato dotato di una testata dedicata, con valvole e sedi valvole rinforzate.

Per quanto riguarda il serbatoio GPL, questo è di tipo toroidale, che trova spazio nell’alloggiamento della ruota di scorta, ed ha una capacità di 33,6 litri. La valvola per il rifornimento si trova a fianco del bocchettone della benzina.

Disponibile negli allestimenti Access, Active ed Allure, la Peugeot 208 PureTech 82 [glossario:gpl] mantiene la stessa capacità di carico delle varianti convenzionali. Il prezzo parte dai 14.550 euro della variante Access a 3 porte ed arriva ai 18.150 euro della versione Allure a 5 porte.