Peugeot punta sulla riciclabilità dei veicoli

Fino al 31% di materiali riciclati su 208, 2008 e 508 per un futuro più sostenibile

Ci sono diversi modi con cui l’auto può rispettare l’ambiente, uno è quello di pensare alla sostenibilità attraverso il riciclo. Infatti, entro il 2060 ci saranno dieci miliardi di persone sulla Terra e l’OCSE stima che l’uso delle materie prime raddoppierà e con essa la pressione sull’ambiente. In questo contesto le modalità di riciclo relativo ai veicoli a fine vita che si avviano alla demolizione sono balzate all’attenzione dei costruttori di auto che hanno il compito di esercitare la propria responsabilità sociale, ridurre il rischio di dipendenza, e controllare i costi di produzione.

I comportamenti che dovranno adottare i costruttori

Ma in che modo dovranno comportarsi i costruttori per diventare più sostenibili a livello produttivo? Utilizzando materiali provenienti da una catena di approvvigionamento responsabile (rispetto dei diritti umani e dell’ambiente, etica); trattando i prodotti fuori uso in modo responsabile (in particolare veicoli e batterie per veicoli elettrificati); e utilizzando materiali compatibili con l’economia circolare, concentrandosi su due aree: la necessità di recuperare e riciclare i veicoli fuori uso e di riciclare materiali che diventano sempre più scarsi. Inoltre, sarà importante utilizzare meno risorse naturali che diventano sempre più costose man mano che scarseggiano, ed eliminare le sostanze pericolose individuate dalle normative.

Peugeot integra i materiali riciclati nei suoi veicoli

Sin dalla progettazione ogni nuovo veicolo deve integrare materiali riciclati che vengono valutati in base alla loro fabbricazione e al loro fine vita. Così, le Peugeot recentemente arrivate sul mercato sono state realizzate tenendo conto dell’integrazione di materiali riciclati o materiali derivati da risorse naturali. Nello specifico, la progettazione della nuova 208 e del nuovo SUV 2008 ha comportato l’uso congiunto di materiali riciclati e materie prime naturali. Questi modelli hanno una media rispettivamente del 30% e del 31% di materiali riciclati e naturali complessivamente, con circa 40 i pezzi che incorporano materiali riciclati e naturali.

Tra questi elementi, possiamo annoverare l’uso di fibre di canapa naturale per rinforzi del cruscotto, quello di polipropilene riciclato nei deflettori e nei paraurti, e della poliammide riciclata nei coprimozzi, nel collettore di aspirazione, e nell’unità ventilatore-motore. Sulla 508 di nuova generazione invece troviamo una media di materiali riciclati e presenti in natura del 31%. Si segnala l’uso di fibre di canapa naturale nei condotti di sbrinamento del parabrezza e quello di polipropilene riciclato nei deflettori o nel vano della ruota di scorta. Questi dati confermano come l’intento di ridurre l’impatto ambientale sia una priorità per il marchio francese e gli ultimi modelli presentati testimoniano la volontà dell’azienda di tradurre l’impegno del rispetto ambientale in risultati concreti.

I Video di Motori.it

Peugeot 308 2020

Altri contenuti