Come vivere nel deserto su un fuoristrada

Un uomo di 61 anni vive dal 1992 su un fuoristrada fermo nel deserto d'Arabia. Motivo: il mezzo è in panne e non sa come ripararlo

L'Unione Sovietica si era ufficialmente sciolta, il trattato di Maastricht veniva firmato dai 12 Paesi europei dell'allora Cee e l'arresto di Mario Chiesa, a Milano, dava il via all'operazione "Mani pulite".

Correva l'anno 1992 quando l'allora 43enne Saad al-Qahtani stava attraversando il deserto con un fuoristrada sulla direttrice Mecca-Jeddah. Nel mezzo della traversata il veicolo ha un'avaria e si blocca. Un luogo inospitale come il deserto dell'Arabia non è quello migliore dove rimanere bloccati soprattutto quando non si possiede un telefono cellulare, quando si è soli al mondo, quando non si capisce nulla di motori e quando si è poco più che nullatenenti.

Infatti, Saad al-Qahtani decide di trasformare il suo fuoristrada nella sua nuova casa e inizia a passare le sue giornate in questo luogo remoto, chiedendo viveri e acqua alle carovane o alle auto che passano. In questo modo ha vissuto gli ultimi 18 anni. Oggi il 61enne signore arabo è ormai quasi un'attrazione per chi passa su questa direttrice che tutto sommato è abbastanza trafficata per essere in pieno deserto.

"E' bello vivere in mezzo al nulla, lontano dalla folla" è stato il primo commento di Saad a un giornalista che l'ha intervistato. Nel frattempo, dalle ceneri dell'Urss è nata la Russia, il trattato di Maastricht è stato ratificato anche da altri Paesi e "Mani pulite" è solo un ricordo.

Se vuoi aggiornamenti su COME VIVERE NEL DESERTO SU UN FUORISTRADA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 10 maggio 2010

Vedi anche

Forza Horizon 3: il DLC Blizzard Mountain arriva a dicembre

Forza Horizon 3: il DLC Blizzard Mountain arriva a dicembre

Neve, ghiaccio, freddo e condizioni al limite caratterizzeranno Blizzard Mountain, il DLC per Forza Horizon 3 in arrivo a dicembre.

Calendario Pirelli 2017, la bellezza nella sua forma naturale

Calendario Pirelli 2017, la bellezza nella sua forma naturale

L’obiettivo dell’edizione 2017 del Calendario Pirelli è quella di rappresentare la bellezza naturale, senza alterazioni.

Seat: arriva il car sharing per i dipendenti

Seat: arriva il car sharing per i dipendenti

Sarà un progetto pilota denominato Connected Sharing