Citroën Lacoste Concept: la Mehari di domani

Al salone di Parigi, Citroën presenterà la concept Lacoste. Auto per il tempo libero come tempo fa lo era la Mehari. Sarà definitiva per il 2012

Citroën Lacoste Concept: la Mehari di domani

di Andrea Barbieri Carones

20 settembre 2010

Al salone di Parigi, Citroën presenterà la concept Lacoste. Auto per il tempo libero come tempo fa lo era la Mehari. Sarà definitiva per il 2012

Sarà una Lacoste ma non sarà di cotone né si potrà indossare. Si tratta della Citroën e della sua concept Lacoste, che sarà esposta al salone dell’auto di Parigi che aprirà il 2 ottobre alla fiera della capitale transalpina.

Sarà un’auto per il tempo libero, che incarnerà lo spirito francese e soprattutto richiamerà le caratteristiche delle famose polo con il “coccodrillo”: di qualità, essenziali, casual ma allo stesso tempo eleganti. Anche se la produzione del veicolo è prevista per il 2012, dalle foto si vede subito che richiama alla mente la piccola Citroën Mehari, la bicilindrica da 602 cc presentata nel 1968 come auto per il tempo libero e, anche per questo, soprannominata “spiaggina”.[!BANNER]

Dopo oltre 40 anni, la Lacoste (intesa come auto) sarà più raffinata ma anch’essa sprovvista di portiere e con parabrezza ribaltabile, come alcune Jeep americane impiegate nella Seconda Guerra mondiale e in Vietnam. Questa concept sarà lunga 345 cm, avrà ruote di grande diametro e motore a 3 cilindri 1.000 cc, che sarà prodotto in futuro.

La Lacoste punterà di più sulla sicurezza, grazie alla presenza di un rollbar a forma di T che contiene gli airbag a protezione della testa di chi è al volante e degli altri 3 passeggeri.