Great Wall: richiamo per 450.000 vetture

Il brand cinese ha effettuato un maxi-richiamo relativo a 450.000 vetture che potrebbero contenere pericolose parti in amianto.

Great Wall Hover 5

Altre foto »

Great Wall, casa automobilistica cinese molto conosciuta in Europa, ha effettuato un maxi richiamo relativo a 450.000 vetture che potrebbero contenere parti in amianto.

Il richiamo interessa anche il mercato italiano, dove sono state distribuite circa un migliaio di unità che potrebbero riscontrare l'utilizzo di questo materiale molto pericoloso per la salute. Del caso si sta anche occupando la procura di Torino che da circa un anno sta svolgendo accertamenti, oltre ad aver aperto un'inchiesta in merito.

"La campagna di richiamo e di bonifica - ha commentato  Giovanni D'Agata, presidente dello Sportello dei Diritti - è in corso da settimane e finora ha interessato un migliaio di unità. Cinquantadue Aziende sanitarie locali, in tutta Italia, sono state interpellate perché verifichino lo stato dei lavori".

 

Se vuoi aggiornamenti su GREAT WALL inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 23 dicembre 2014

Altro su Great Wall

Great Wall H6, prezzi da 21.980 euro
Ultimi arrivi

Great Wall H6, prezzi da 21.980 euro

Il giovane Costruttore cinese si lancia alla conquista del Vecchio Continente con il suo primo SUV prodotto in Europa.

Great Wall Voleex C20R: prezzo da 11.390 euro
Ultimi arrivi

Great Wall Voleex C20R: prezzo da 11.390 euro

Great Wall presenta la nuova Voleex C20R, monovolume compatta con un buon rapporto qualità-prezzo disponibile anche in versione GPL.

Great Wall Voleex C20R: prezzi da 11.400 euro
Ultimi arrivi

Great Wall Voleex C20R: prezzi da 11.400 euro

Debutterà tra alcune settimane la Great Wall Voleex C20R, nuova monovolume compatta economica della casa cinese.