Fitch: il settore auto è già preparato alla recessione

Per gli analisti di Fitch, la crisi di vendite degli ultimi anni ha reso più elastiche le Case auto, preparandole a un eventuale calo di fatturato.

Fitch: il settore auto è già preparato alla recessione

di Andrea Barbieri Carones

27 settembre 2011

Per gli analisti di Fitch, la crisi di vendite degli ultimi anni ha reso più elastiche le Case auto, preparandole a un eventuale calo di fatturato.

Secondo l’agenzia di rating Fitch la crisi degli ultimi anni ha reso il settore auto  più forte e più preparato ad affrontare le difficoltà.

Insomma, la lezione sarebbe stata appresa e i produttori di auto ora saprebbero come comportarsi di fronte a un calo del fatturato o comunque farebbero meglio di altri settori. 

Il motivo? “Le Case oggi investono in maniera più attenta – spiega un analista – e hanno una struttura aziendale più elastica che prevede anche una elasticità dei costi che permette una maggiore liquidità rispetto a 3 anni fa. Diciamo almeno il 50% in più. Senza contare che i costruttori – almeno per il 2011 e per il 2012 – sono a posto per quanto riguarda i finanziamenti e possono pertanto dormire sonni più tranquilli perché le banche non busseranno più alle loro porte”.

C’è poi un altro fattore: nel giro di 3 anni, le Case europee si sono fatte meno dipendenti dal mercato domestico (in calo) e possono appoggiarsi a quello dei mercati emergenti che garantiscono vendite e fatturato.

Previsioni così negative? Non più di tanto, visto che Fitch prevede che in tutto il 2011 il mercato europeo dell’auto vedrà un calo delle vendite attorno allo 0,5% rispetto al 2010, mentre nel 2012 dovrebbe recuperare tale percentuale e ritornare ai livelli di 2 anni prima. Tali percentuali sono tuttavia più negative rispetto a quelle di giugno, che stimavano una crescita sia per quest’anno (più 1%) sia per il prossimo (più 3%).

No votes yet.
Please wait...