Formula E: arriva il via libera del Campidoglio per l’e-Prix di Roma

La Formula E si prepara a sbarcare a Roma dopo il primo via libera ufficiale dell’Assemblea capitolina.

Formula E: arriva il via libera del Campidoglio per l’e-Prix di Roma

di Francesco Donnici

21 aprile 2017

La Formula E si prepara a sbarcare a Roma dopo il primo via libera ufficiale dell’Assemblea capitolina.

Dal Campidoglio è finalmente arrivato l’atteso via libera ufficiale per la futura organizzazione di una tappa del Campionato del mondo di Formula E nella città di Roma. Il campionato dove gareggiano le monoposto elettriche si avvicina quindi alla Capitale italiana grazie alla mozione varata all’unanimità dall’Assemblea Capitolina che impegna la sindaca Virginia Raggi e la sua giunta “ad adottare gli atti opportuni affinché possa svolgersi l’evento sportivo denominato ‘Formula E’ a far data dal 28 aprile 2018, o altra data utile, evento da svolgersi con cadenza annuale per il triennio 2018-2020″.

Si tratta di un primo importante tassello che potrebbe portare il prossimo anno il campionato ecosostenibile tra le vie della città eterna e più esattamente sulle strade del quartiere dell’Eur. Nella mozione presentata dal Comune si sottolinea che l’evento potrebbe garantire una grande visibilità e promozione alla città di Roma e in particolare al IX municipio dove si dovrebbe svolgere la manifestazione sportiva.

Questa sarà per l’amministrazione comunale anche l’occasione per promuovere e siglare accordi con partner commerciali e gli organizzatori dell’evento per sponsorizzare e diffondere la mobilità ecosostenibile tramite l’istallazione di nuovi punti di ricarica per vetture elettriche, offrire un sistema di wi fi gratuito in tutto il IX municipio e realizzare nuove postazioni per il bike sharing.

Un nodo importante da sciogliere è quello legato alle problematiche del percorso della gara strettamente legate alla mobilità urbana e alle necessità dei residenti, per questo motivo il documento impegna la sindaca Raggi a “promuovere un percorso partecipativo rispetto all’organizzazione dell’evento che coinvolga il municipio IX e le associazioni e comitati dell’Eur, al fine di verificare che il progetto non determini alcun tipo di impatto negativo per il quartiere e al contrario possa determinare interventi sul decoro del quartiere con particolare attenzione alla cura del verde pubblico e alla manutenzione urbana”.

L’entusiasmo di questo importante passo verso l’arrivo della Formula E a Roma  è stato ben rappresentato dal primo firmatario della mozione, ovvero il presidente della commissione Sport Angelo Diario: “saranno rifatte le strade, a spese degli organizzatori, e si miglioreranno i servizi per il quartiere con colonnine per le ricariche elettriche, postazioni per bike sharing elettrico, punti wi-fi”.