Mercedes CLS Shooting Brake: non avrà un’erede?

Mercedes avrebbe deciso di non realizzare una seconda generazione della CLS Shooting Brake a causa degli scarsi risultati di vendita in USA e Cina.

Mercedes CLS Shooting Brake: non avrà un'erede?

di Francesco Donnici

08 luglio 2015

Mercedes avrebbe deciso di non realizzare una seconda generazione della CLS Shooting Brake a causa degli scarsi risultati di vendita in USA e Cina.

La Mercedes CLS Shooting Brake, station wagon dal carattere sportivo basato sull’omonima berlina-coupé, non sarà sostituita da un nuovo modello. I vertici della Casa di Stoccarda avrebbero infatti deciso di cancellare dal piano industriale del Gruppo teutonico il successore della Shooting Brake, a causa degli scarsi risultati di vendita ottenuti dall’attuale generazione, in mercati chiave come gli Stati Uniti e la Cina.

Secondo le indiscrezioni riportate dalla stampa britannica, la nuova  CLS  dovrebbe debuttare  sui mercati internazionali nel 2018, ma la mancanza di interesse nei confronti della versione Shooting Brake  farà si che la prossima generazione sarà declinata esclusivamente nella variante quattro porte.

Le CLS Shooting Brake è stata presentata nel giugno del 2012 e ha ricevuto un restyling due anni dopo.  Attualmente la vettura risulta disponibile con un’ampia gamma di propulsori diesel e benzina,  con potenze comprese tra i 170 CV della versione CLS 220 d Sport Shooting Brake  e i 585 CV espressi dal V8 biturbo che equipaggia la variante top di gamma  CLS 63 AMG S 4Matic Shooting Brake.