Volkswagen Polo R WRC: sarà anche integrale?

Per il momento è solo un’ipotesi, ma la Polo R potrebbe essere dotata delle quattro ruote motrici.

Volkswagen Polo R WRC: sarà anche integrale?

di Valerio Verdone

04 gennaio 2013

Per il momento è solo un’ipotesi, ma la Polo R potrebbe essere dotata delle quattro ruote motrici.

Bisognerà aspettare marzo, il Salone di Ginevra per la precisione, perché solo allora vedremo dal vivo e ne sapremo di più sulla piccola bomba della VW,quella Polo R WRC, sorella stradale della vettura che correrà nel campionato del mondo rally, destinata ad essere contesa tra appassionati e collezionisti.

Prevista con la sola trazione anteriore, ultimamente è stata oggetto di argomentazioni più o meno leggere sul web, al punto che è venuta fuori un’ipotesi suggestiva: quella di dotarla della trazione integrale per renderla simile alla sorella da corsa. Certo, l’idea comporterebbe un aumento del prezzo, ma consegnerebbe agli appassionati una vettura davvero speciale!

Il fatto è che in Casa VW ci sono già le componenti per costruire una Polo R WRC integrale, in quanto la sportivissima Audi A1 Quattro ha un pianale identico a quello dell’utilitaria di Wolfsburg e adattarlo non sarebbe certo un problema. Inoltre, anche la Golf R, ha lo stesso 2 litri sovralimentato della Polo, ma con un picco di potenza più alto, ed è dotata di trazione integrale..

>> Guarda la gallery della Polo R WRC

Di conseguenza, non possiamo far altro che aspettare per conoscere la verità definitiva, anche se dobbiamo ammettere che le prestazioni della trazione anteriore, 0- 100 km/h in 6,4 s e 243 km/h di velocità massima, sono superlative.

Come sono lontani quei tempi in cui le auto da rally per correre dovevano avere necessariamente delle versioni speculari omologate per l’uso stradale, anni in cui hanno visto la luce le indimenticabili Delta S4 e Integrale, Peugeot 205 T16, Audi Quattro, Ford RS 200 e Escort RS Cosworth, Nissan Sunny GT-R e Toyota Celica Carlos Sainz.

No votes yet.
Please wait...