Audi A1 by Pogea Racing: tuning dalla doppia anima

Pogea Racing presenta la sua personale interpretazione della Audi A1, che si sdoppia tra una versione “tranquilla” e una adatta alla pista.

Audi A1 by Pogea Racing: tuning dalla doppia anima

Tutto su: Audi A1

di Giuseppe Cutrone

09 marzo 2011

Pogea Racing presenta la sua personale interpretazione della Audi A1, che si sdoppia tra una versione “tranquilla” e una adatta alla pista.

Il preparatore tedesco Pogea Racing ha presentato una versione “vitaminizzata” della Audi A1, sulla quale i tecnici sono intervenuti elettronicamente, aggiungendo una mappatura decisamente più spinta rispetto a quella originariamente progettata dalla casa.

La Audi A1 by Pogea Racing beneficia dello sblocco di diverse funzioni della centralina che il costruttore ha protetto mediante un sistema chiamato Tuning Protection Level 10. Grazie a questo, la compatta tedesca passa da una potenza erogata di 122 CV, 200 Nm di coppia e 202 km/h di velocità massima, ad una potenza di 156 CV a 5500 giri/min, con la coppia che arriva a 266 Nm a 3300 giri/min e una velocità massima pari a 245 km/h.

L’elaborazione è offerta in due diverse modalità definite Stage 1 e Stage 2, di cui la prima adatta all’utilizzo quotidiano e relativamente più vicina a quanto offerto dalla versione di serie, mentre la seconda si dimostra adatta ad un utilizzo sportivo, orientata verso quella clientela che ama portare in pista la propria auto cercando prestazioni senza tanti compromessi.

Inoltre, nonostante il grosso del lavoro si sia concentrato sulla gestione elettronica, il preparatore di Friedrichshafen ha aggiunto nella sua A1 personalizzata elementi distintivi come i coilover Variant in acciaio inox, il filtro dell’aria sportivo BMC, un rinnovato sistema di scarico con due terminali, i cerchi in lega ultraleggeri OZ Racing su cui vengono installate gomme Continental Sport Contact 3 e un impianto frenante Brembo con dischi forati sia all’anteriore che al posteriore.