Maserati GranTurismo “Sovrano” by DMC

Più potente, più aggressiva e con l’anima corsaiola: è questa la Maserati GranTurismo “Sovrano” messa a punto dal preparatore tedesco DMC.

Maserati GranTurismo "Sovrano" by DMC

Tutto su: Maserati GranTurismo

di Giuseppe Cutrone

05 ottobre 2012

Più potente, più aggressiva e con l’anima corsaiola: è questa la Maserati GranTurismo “Sovrano” messa a punto dal preparatore tedesco DMC.

Il preparatore tedesco DMC ha messo a punto un pacchetto di elaborazione per la Maserati GranTurismo, che guadagna in questo modo un’iniezione di potenza, mediante le modifiche apportate al motore, e nuovi elementi estetici in fibra di carbonio in grado di regalare un tocco corsaiolo.

La novità di DMC, chiamata Maserati GranTurismo “Sovrano”, si presenta con un anteriore rivisto tramite il paraurti inedito, il quale integra un piccolo spoiler deputato a migliorare la deportanza sull’asse anteriore e stabilizzare così l’avantreno. Il cofano motore guadagna nuove prese d’aria, mentre la vista laterale si fa notare per le minigonne in carbonio e i cerchi in lega da 21 pollici sulle ruote posteriori e da 20 pollici su quelle anteriori.

In coda la Maserati GranTurismo “Sovrano” di DMC mette in evidenza un diffusore e un alettone sistemato nei pressi del baule posteriore, due elementi che, come le minigonne e altri dettagli, sono realizzati in carbonio. Più ricchi sono anche gli interni, dove abbondano i rivestimenti in pelle, con tanto di pedaliera in alluminio, volante sportivo ergonomico e inserti vari in fibra di carbonio.

I tecnici di Düsseldorf si sono inoltre concentrati sul V8 di 4,7 litri, che adesso è affiancato da un compressore in grado di far guadagnare ulteriori 150 cavalli, portando la potenza globale a 590 cavalli a 7300 giri al minuto, mentre la coppia, aumentata di 82 Nm, si attesta adesso su 472 Nm a 5.400 giri al minuto.

DMC ha infine rivisto il comparto sospensioni, dotando la Maserati GranTurismo di un assetto sportivo ribassato di 30 millimetri, assicurando una buona aderenza sul terreno mediante l’impiego di pneumatici 255/30 R20 all’anteriore e 305/30 R 21 al posteriore.