Nissan presenta le novità per la sicurezza

Un insieme di tecnologie per la sicurezza attiva saranno installati sui modelli Nissan dei prossimi anni. Ecco una panoramica generale.

Nissan presenta le novità per la sicurezza

Tutto su: Nissan

di Giuseppe Cutrone

14 ottobre 2011

Un insieme di tecnologie per la sicurezza attiva saranno installati sui modelli Nissan dei prossimi anni. Ecco una panoramica generale.

Nissan ha presentato oggi le più recenti tecnologie messe a punto per migliorare la sicurezza di marcia dei propri veicoli. Si tratta di un insieme di soluzioni messe a punto tramite il programma Safety Shield che dovrebbero consentire di contenere le lesioni e le morti a causa degli incidenti stradali.

Tra le novità studiate dagli ingegneri del gruppo giapponese ci sono sistemi come quello multisensore con telecamera posteriore, una tecnologia pronta al debutto sui modelli in uscita nel 2012 e che, sfruttando la capacità di elaborazione delle immagini Around View Monitor, è in grado di rilevare le condizioni della strada, la presenza di persone e di altri veicoli dietro e ai lati della vettura, avvisando il conducente su eventuali rischi di collisione.

Un altro sistema prevede invece la soppressione dell’acceleratore in caso di azionamento improprio dello stesso, una funzione che evita le collisioni derivanti da un utilizzo sbagliato o distratto del pedale dell’acceleratore, come ad esempio gli urti nei parcheggi o negli spazi ristretti.

In questo caso perno del sistema è ancora una volta la tecnologia Around View Monitor, che tramite le quattro telecamere posizionate ai quattro angoli della carrozzeria è in grado di valutare l’ambiente circostante, riuscendo a percepire se la vettura si trova in uno spazio libero o se, al contrario, si muove in una zona con ristretto margine di manovra.

In base ai dati elaborati anche grazie ai sensori ultrasonici, il sistema blocca quindi l’accelerazione involontaria o errata del guidatore, evitando di toccare gli ostacoli che si trovano nei pressi del veicolo. Questo aiuto alla guida verrà introdotto da Nissan entro due anni.

Un altro problema che la casa giapponese si propone di risolvere è quello degli angoli ciechi. In questo caso, se il conducente attiva l’indicatore di direzione per prepararsi a svoltare e la vettura rileva la presenza di un veicolo nell’angolo cieco partono l’accensione di una spia lampeggiante posizionata sul montante anteriore sinistro e un corrispondente allarme sonoro.

Analogo avviso acustico informa il guidatore nel caso in cui la vettura esca dalla sua corsia di marcia senza che siano stati attivati gli indicatori di direzione: un comportamento involontario quanto pericolosissimo che potrebbe capitare in occasione dei colpi di sonno, ad esempio.

Per evitare i tamponamenti Nissan ha inserito un sensore nella parte anteriore del veicolo, in modo da rilevare la distanza dal veicolo che precede e calcolare la velocità relativa, così da avvisare il conducente sulla necessità di frenare nel caso di eccessivo avvicinamento alla vettura che precede, attivando al tempo stesso il sistema che stringe le cinture di sicurezza per prepararsi ad un eventuale impatto.

Infine, un po’ d’attenzione alle manovre in retromarcia, le quali sono pericolose nel caso in cui un pedone stia attraversando in prossimità del mezzo, una situazione che Nissan ha intenzione di risolvere affidandosi ancora una volta alle telecamere del sistema Around View Monitor, che segnaleranno la presenza di soggetti in movimento attivando un avviso sonoro e le relative indicazioni sullo schermo.