Lewis Hamilton, la Fia non omologa il titolo vinto nel Mondiale 2015

Il motore usato dall'inglese ad Austin è stato sequestrato dai tecnici per ulteriori verifiche

La Fia tiene in sospeso la gioia di Lewis Hamilton per la conquista del titolo Mondiale 2015. Secondo quanto riporta la rivista tedesca 'Motor Und Sport', infatti, uno dei motori utilizzati dal pilota inglese dovrà essere sottoposto ad ulteriori verifiche dalla Federazione Internazionale dell'Automobile.

Sotto la lente d'ingrandimento della Fia è finita, in particolare, la Mercedes con cui Lewis ha gareggiato e vinto ad Austin (ottenendo i punti che gli hanno regalato la matematica vittoria del titolo).

Il magazine tedesco è certo: la Fia sta sottoponendo a verifiche il motore. Ci potrebbero essere delle irregolarità.

COSA ACCADE? - Il regolamento parla chiaro. Se il motore utilizzato da Lewis Hamilton ad Austin non fosse a norma, il pilota sarebbe squalificato per l'intera stagione. A quel punto a trionfare sarebbe Nico Rosberg.

'Motor Und Sport' rivela che la Fia non sta indagando solo su Lewis Hamilton. A rischio ci sarebbe anche la stagione del ferrarista Sebastian Vettel: il pilota tedesco potrebbe aver utilizzato un motore irregolare a Singapore, finito anch'esso al vaglio degli esperti della Federazione.

 

 

 

 

 

 

Se vuoi aggiornamenti su LEWIS HAMILTON, LA FIA NON OMOLOGA IL TITOLO VINTO NEL MONDIALE 2015 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 27 novembre 2015

Vedi anche

Nico Rosberg, annuncio su Facebook: Mi ritiro

Nico Rosberg, annuncio su Facebook: Mi ritiro

Annuncio a sorpresa del neo campione del mondo di Formula 1: a 31 anni dice basta

Lola, la prima Formula 1 con autorizzazione stradale

Lola, la prima Formula 1 con autorizzazione stradale

Freno a mano, frecce e tutto il resto: il sogno di pilotare una F1 in mezzo a pedoni e semafori può essere realizzato

Tecnologia Freevalve: addio all

Tecnologia Freevalve: addio all'albero a camme

La rivoluzionaria tecnologia Freevalve, che ha debuttato al Salone di Guangzhou, è stata sviluppata da Koenigsegg.