Opel Ampera, presentata al sindaco di Torino

Il CEO di Opel ha presentato al Sindaco di Torino la nuova Ampera, prima vettura elettrica EREV ad essere distribuita in Europa.

Opel Ampera, presentata al sindaco di Torino

di Francesco Donnici

17 luglio 2011

Il CEO di Opel ha presentato al Sindaco di Torino la nuova Ampera, prima vettura elettrica EREV ad essere distribuita in Europa.

Torino – con i suoi 906.282 abitanti – è il quarto comune del nostro paese per popolazione, oltre ad essere la capitale italiana dell’industria dell’automobile. Come tutte le città più popolose, il capoluogo piemontese è da sempre alle prese con il problema dell’inquinamento provocato dal traffico urbano; non è quindi un caso che il CEO di Opel, Karl Friedrich Stracke, abbia presentato al Sindaco di Torino, Piero Fassino, la nuovissima Opel Ampera, prima vetture elettrica EREV ad essere distribuita in Europa.

Stracke e Fassino si sono dati appuntamento all’ inaugurazione dei nuovi spazi della Cittadella Politecnica e del Centro Sviluppo GM Powertrain, dove il manager Opel, aiutato da  tecnici specializzati, ha potuto esplicare le doti ecosostenibili dell’inedito modello, dopodichè il sindaco si è messo al volante della vettura, per saggiarne personalmente le qualità. I vertici Opel sono convinti che la città di Torino – candidata all’iniziativa Smart City dell’Unione Europea – sia il posto giusto per avviare un’interessante collaborazione che abbia come punto d’arrivo lo sviluppo di una mobilità ecosostenibile.

Il nuovo modello della Casa del Fulmine sfrutta un moderno propulsore elettrico in grado di erogare 150 CV e 360 Nm di coppia massima, sufficienti per spingere la vettura fino ad una velocità massima di 160 km/h. La trazione elettrica è alimentata da un pacco di batterie agli ioni di litio da 16 kWh che permette un’autonomia ad emissioni zero pari a 60 km, ovvero la percorrenza media effettuata dall’80 % della popolazione europea. Terminata l’autonomia delle batterie, un motore termico funge da generatore consentendo di prolungare la percorrenza fino ad un massimo di 500 km, oppure basta ricaricare le batterie collegandosi ad una normale presa da 220 volt

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...