Da GQ e Citroën, la concept GQbyCitroën

Da Citroën e GQ, la rivista maschile, nasce una concept futuristica che fa dello stile e del comfort i suoi cavalli di battaglia

Da GQ e Citroën, la concept GQbyCitroën

di Giuseppe Cutrone

05 marzo 2010

Da Citroën e GQ, la rivista maschile, nasce una concept futuristica che fa dello stile e del comfort i suoi cavalli di battaglia

Cosa poteva nascere dalla collaborazione tra uno dei magazine più conosciuti come GQ e Citroën se non un modello “da copertina”? Già, perchè di vero e proprio modello da copertina si può parlare per questa concept chiamata GQbyCitroën che sarà presentata nel prossimo numero di aprile del mensile britannico.  

GQbyCitroën nasce dalla matita del team guidato da Mark Lloyd, che ha disegnato questa particolare vettura cercando di trovare una rivisitazione originale del tema GT basandosi sulle linee guida di Dylan Jones, editore di GQ. Dalla collaborazione è nato un modello dal carattere sportivo ed elegante, con linee classiche che denotano un forte dinamismo senza dimenticare una certa eleganza formale che rende omogeneo e gradevole l’insieme. Gli stessi criteri di eleganza hanno ispirato il design degli interni, anche se qui il tono appare decisamente futuristico, merito del lavoro di Patrick Grant, direttore creativo della sartoria Savile Row-E.Tautz.  

Per Dylan Jones, l’auto del suo mensile doveva rispondere a certi canoni: “Volevo praticità, stile, distinzione; in sintesi: qualcosa di sorprendente e non la classica concept car. L’auto GQ doveva non essere solo un oggetto del desiderio, ma trasmettere anche l’idea e la sensazione, alla vista come alla guida, di una vettura che nessun uomo sensato potrebbe ignorare. Il risultato è molto, molto speciale”.  [!BANNER]

La GQbyCitroën, oltre a rappresentare un bell’esercizio stilistico, è anche un interessante concept ibrida plug-in fornita di un motore a benzina a iniezione diretta a 4 cilindri di 1.6 litri capace di arrivare a 250 km/h di velocità massima autolimitata. Le emissioni di CO2 sono invece di 80g/km. E a proposito di consumi, ecco come si è espresso Mark Lloyd: “Quest’auto è perfettamente in linea con GQ perché entrambi condividono l’atteggiamento attuale verso i consumi eccessivi: scegliere il low profile invece dell’ostentazione, l’essenzialità invece dello stile macho. Grazie all’abilità della sartoria Savile Row, anche gli interni, come l’esterno, trasmettono sensazioni di unicità e benessere.”  

La GQbyCitroën non arriverà però alla produzione di serie anche se, guardando i contenuti, potrebbe anche rappresentare un’ottima alternativa alle solite GT, spesso ipertecnologiche e sportivissime ma talvolta senza una vera e propria anima innovatrice nello stile, cosa che invece, a questa concept, sembra non mancare affatto.  

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...