Lotus si fa piccola: confermata la City Car

Alla fine del 2013 potrebbe debuttare la Lotus City Car, presentata lo scorso ottobre in occasione del Salone di Parigi.

Lotus si fa piccola: confermata la City Car

di Andrea Barbieri Carones

22 dicembre 2010

Alla fine del 2013 potrebbe debuttare la Lotus City Car, presentata lo scorso ottobre in occasione del Salone di Parigi.

Come è possibile guidare agevolmente nel traffico cittadino una Lotus senza dare nell’occhio? Non è possibile se si usa una delle vecchie Lotus di Formula 1 né se si è al volante di una Evora coupé da 280 CV mentre risulta fattibile con la Lotus City Car che il mese scorso è stata presentata come concept al Salone dell’auto di Parigi.

L’amministratore delegato della Casa britannica, Dany Bahar, ha confermato che la piccola vettura è in fase di studio con la collaborazione di un paio di costruttori, uno dei quali è la malese Proton mentre l’altro potrebbe essere Renault, con cui esiste da tempo una stretta partnership, soprattutto nel campo delle corse su pista.

Il numero uno Lotus ha confermato che la City Car avrà ben in vista il brand dell’azienda, anche se sarà sviluppata quasi interamente dal costruttore asiatico che alleggerirebbe pertanto la casa inglese, visti gli investimenti recenti per realizzare la Elan, la Esprit e la Elite.[!BANNER]

Anche se non sono state rese note le caratteristiche tecniche, si sa che la concept presentata aveva un piccolo 3 cilindri 1.200 cc e circa 56 CV, alimentabile con benzina, metanolo ed etanolo, senza dimenticare il piccolo motore elettrico che aggiunge 60 km di autonomia ai 440 km percorribili con gli altri tipi di carburante. Il pubblico di appassionati dovrà però aspettare tutto il 2013 per poter guidare questa piccola Lotus, che potrebbe toccare i 170 km/h e andare da 0 a 100 in 9 secondi.