Spark, una “scintilla” nuova da GM

Dopo il successo di Matiz ecco la nuova piccola Chevrolet: stile giovane e moderno, spaziosità e consumi contenuti per la Spark al debutto a Ginevra

Spark, una "scintilla" nuova da GM

di Leopoldo Canetoli

02 marzo 2009

Dopo il successo di Matiz ecco la nuova piccola Chevrolet: stile giovane e moderno, spaziosità e consumi contenuti per la Spark al debutto a Ginevra

.

A furor di popolo (l’hanno votata 1.9 milioni di frequentatori di Internet) la concept Beat, dal 2007 in giro per i saloni, si è trasformata in realtà. Ed ora, al Salone di Ginevra, ecco la Chevrolet Spark, la nuova “piccola” del colosso americano, cinque porte, motori attorno al litro di cilindrata, consumi ed emissioni ridottissimi. “La Spark porta una ventata fresca nel crescente segmento delle mini-car europee – ha dichiarato Wayne Brannon, vice presidente di GM Europa – offre efficienza nei consumi, funzionalità e un design che ammalia assieme a un ottimo valore“.

Linee da piccola monovolume, buona superficie vetrata, griglia con il marchio Chevrolet e riconoscibile family-feeling: parafanghi muscolosi possono contenere ruote da 13,14 o 15 pollici. Maniglie delle porte posteriori integrate nella carrozzeria sono qualcosa di più di un dettaglio estetico, ma elementi che caratterizzano questa piccola vettura.

Negli ultimi tre anni le vendite annuali di vetture di questo segmento sono cresciute da meno di un milione a 1.4 milioni di unità e grazie alla Spark la Chevrolet intende aumentare la sua penetrazione specie sui mercati dell’est Europa.

Abitacolo spazioso abbellito da materiali di alta qualità dimostrano che pur essendo una mini vettura, una utilitaria, non è necessario avere allestimenti spartani. Un unico strumento di ispirazione motociclistica che incorpora un largo tachimetro e un contachilometri digitale caratterizzano la plancia estremamente giovane. Tutti gli altri comandi, radio, riscaldamento e display del navigatore sono presenti nella parte centrale del cruscotto.

Caratterizzata da un passo di 2,375 m su una lunghezza totale di 3,64 m, la Spark offre un abitacolo spazioso per i passeggeri davanti e dietro. I sedili sono ricoperti di tessuti brillanti e moderni. Nonostante le dimensioni generali contenute il bagagliaio risulta di 170 litri espandibili a 994 abbattendo gli schienali del sedile posteriore che sono frazionabili.

La versatilità della Spark è dimostrata dalle specifiche rotaie posizionate sul tetto, opzione rara per questo segmento. Tra le estensioni dell’equipaggiamento notiamo anche il sedile di guida regolabile in altezza, i controlli radio montati sul volante, specchietti elettrici riscaldati, computer di bordo e spazzole antighiaccio.

I motori a disposizione sono due quattro cilindri 16 valvole in alluminio da 1 litro di cilindrata (66 CV) e 1.2 da 78 CV, entrambi capaci di percorrere 100 km con 5 litri di benzina e con emissioni inferiori a 120 gr. Il motore più potente è in grado di spingere la Spark da 0 a 100 in 12″4. Entrambe le motorizzazioni sono accoppiate a un cambio a 5 marce. Le sospensioni anteriori sono del tipo McPherson, quelle posteriori a barre di torsione.

Per quel che riguarda la sicurezza si parla naturalmente di airbag per il guidatore, il passeggero anteriore e le tendine laterali, cinture di sicurezza con pretensionatori per tutti i passeggeri. Ci si attende un ottimo risultato nelle future prove crash secondo i criteri EuroNCAP anche se il sistema ESC (Electronic Stability Control) è disponibile, purtroppo, solo come optional.