Lotus: la citycar di lusso arriverà nel 2015

Il manager della Lotus Dany Bahar ha annunciato la nascita della citycar Lotus sulla base di un modello Proton atteso per il 2014

Lotus: la citycar di lusso arriverà nel 2015

Tutto su: Lotus

di Luca Gastaldi

13 dicembre 2011

Il manager della Lotus Dany Bahar ha annunciato la nascita della citycar Lotus sulla base di un modello Proton atteso per il 2014

L’amministratore delegato della Lotus Dany Bahar ha gettato il guanto della sfida alle concorrenti tedesche, dichiarando al magazine inglese Auto Express che “Per confrontarsi con Mini, Bmw o Audi bisogna offrire qualcosa di più, per questo la nostra vettura sarà elettrica o con il sistema range extended e offrirà prestazioni superiori a qualsiasi altra piccola auto”.

Tra il dire e il fare c’è sempre di mezzo il pagare, ma questo forse è il problema minore di Bahar, grazie alle tasche larghe di mamma Proton che darà una mano per la realizzazione della baby Lotus anticipata dall’ex manager Ferrari.

Di questo, infatti, si tratta: una citycar firmata Lotus attesa per il 2015. L’ipotesi più accreditata è che la piccola Lotus sarà in realtà una Proton sotto mentite spoglie. L’azienda malese lancerà la sua innovativa city car nel 2014 e su questa, con opportune modifiche per giustificare l’aumento di prezzo, nascerà la versione Lotus. Il concept dovrebbe montare un motore elettrico sostenuto da un tre cilindri termico da 1,2 litri di cilindrata. Con una potenza continua di 72 CV, la vettura potrebbe accelerare da 0 a 100 km/h in circa 9 secondi e raggiungere la velocità massima di 170 km/h. Con la sola propulsione elettrica avrebbe un’autonomia di 60 km, che salirebbero a 440 km con l’ausilio del motore a benzina

Bahar – che rimarrà alla guida della Lotus per almeno altri quattro anni – ha inoltre confermato la presentazione della nuova Esprit al Salone di Ginevra 2013 che sarà in vendita qualche mese dopo. Ci sarà anche la versione convertibile, e per entrambe è prevista la propulsione ibrida più potente che godrà di una massa più leggera. Dopo la Esprit sarà la volta delle Elan, Elite, Eterne ed Elise.