Aston Martin Cygnet Launch Edition, da 37.000 euro

La piccola Cygnet sarà venduta da aprile in tutta Europa, ma è riservata a chi è già un cliente di Aston Martin.

Aston Martin Cygnet al Salone di Ginevra 2010

Altre foto »

Sarà in vendita da aprile l'ultima e la più controversa vettura della piccola factory di Gaydon, famosa in tutto il mondo per le sue raffinatissime sportcars. La Cygnet, derivata senza troppo pudore dalla Toyota iQ, porterà Aston Martin in un segmento di mercato agli antipodi del proprio target di riferimento tradizionale.

Tuttavia l'obiettivo non è allargare il bacino d'utenza, in quanto rimarrà riservata in esclusiva ai soli clienti affezionati che già possiedono una sportiva del marchio. Costoro potranno ordinarla presso i concessionari ufficiali ad un prezzo di di circa 37.000 euro.

La Cygnet riprende dalla city-car Toyota tutte le soluzioni di meccanica e di carrozzeria, come il motore 1.3 benzina, il cambio CVT a variazione continua e la disposizione dell'abitacolo a "3 posti più 1". Nulla di tutto questo potrà segnare il legame di sangue con le eccezionali DB9, DBS, Vantage e Rapide.

Ma il senso di questa utilitaria è, in primo luogo, permettere ad Aston Martin di diminuire le emissioni di inquinanti medie della propria gamma senza dover ridurre le prestazioni delle sue celebri supercars. In secondo luogo, dotare la clientela di una pratica vetturetta cittadina particolarmente chic e blasonata. Infatti la nuova Aston sarà stilisticamente curata e ricercata come le altre vetture del marchio alato.

La Cygnet viene infatti allestita nella factory inglese dagli stessi tecnici che preparano artigianalmente le altre automobili in gamma: i materiali e le finiture dell'abitacolo sono dunque al top.

Al suo esordio la Cygnet sarà ordinabile in due allestimenti speciali, denominati semplicemente White e Black. La prima sfoggia una verniciatura perlata in "Snow White", impreziosita da bande longitudinali color argento e cerchi a raggi "White Diamond".

All'interno le fanno eco rivestimenti in pelle ed Alcantara colore bianco perla e cromature di pregio. La seconda è invece dominata dai toni scuri dell'abitacolo e della carrozzeria, verniciata nello speciale "Magic Black".

Compresi nella dotazione di serie un set di valigie disegnate appositamente da Bill Amberg per sfruttare ogni centimetro quadrato del piccolissimo vano bagagli della Cygnet.

Se vuoi aggiornamenti su ASTON MARTIN CYGNET inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Zuanni | 20 gennaio 2011

Altro su Aston Martin Cygnet

Aston Martin Cygnet: terminata la produzione
Mercato

Aston Martin Cygnet: terminata la produzione

La lussuosa citycar del marchio britannico realizzata sulla base della Toyota iQ esce di produzione a causa delle scarse vendite.

Aston Martin: vedremo una Cygnet V12?
Concept

Aston Martin: vedremo una Cygnet V12?

Aston Martin vorrebbe installare il 5.9 litri (V12 Vantage) nel minuscolo corpo vettura della Cygnet. Sarà vero?

Aston Martin Cygnet by Kahn
Tuning

Aston Martin Cygnet by Kahn

Arriva dalla Gran Bretagna, precisamente da Kahn, una reinterpretazione in chiave sportiva della Aston Martin Cygnet, la piccola citycar di lusso.