Renault Scénic: le nuove versioni Energy TCe

La monovolume di medie dimensioni Renault cambia poco all’esterno ma propone un sostanzioso aggiornamento all’interno: il nostro primo contatto con il nuovo modello.

Renault Scénic: le nuove versioni Energy TCe

Tutto su: Renault Scénic

di Redazione

03 aprile 2018

In perfetto orario sulla “tabella di marcia” annunciata da Renault lo scorso dicembre con l’annuncio di un inedito motore turbo benzina Energy TCe ad iniezione diretta ed a poco più di un anno dal “lancio” della quarta serie di Scénic, Renault fa debuttare il nuovo propulsore a bordo delle sue monovolume. Il nuovo motore è stato sviluppato dai tecnici della Marque à Losange, in partnership con il Gruppo Daimler, per offrire alla lineup un significativo aggiornamento tecnologico rivolto alla versatilità di impiego (coppia più elevata ai bassi regimi, disponibilità maggiore e costante di forza motrice agli alti regimi) unita ad una significativa attenzione verso consumi ed emissioni di CO2.

Le nuove versioni di Renault Scénic e Grand Scénic Energy TCe 1.3 116, 140 e 163 CV (questi i tre livelli di potenza declinati con l’inedita unità motrice chiamata a sostituire progressivamente il 1.2 TCe), saranno presto affiancati da ulteriori modelli della gamma Renault a partire da Captur e, sul fronte Mercedes, dalla recentissima nuova generazione di Classe A. Fra le peculiarità tecniche portate in dote dal nuovo Energy TCe Renault-Daimler, uno studio nella scelta dei materiali di rivestimento dei cilindri (viene impiegata la tecnica “Bore Spray Coating” propria di Nissan GT-R e rivolta all’ottimizzazione dell’efficienza attraverso la riduzione degli attriti e il miglioramento della conduttività termica), un nuovo disegno della camera di combustione per ottimizzare la miscela aria-benzina, la pressione di iniezione diretta portata a 250 bar, il debutto della tecnologia  “Dual Variable Timing Camshaft” per il controllo delle valvole di aspirazione e scarico in funzione delle sollecitazioni motore.

Su queste basi, appare interessante toccare con mano il comportamento del nuovo propulsore, le cui caratteristiche lo rendono particolarmente indicato in ambito urbano così come nei tratti extraurbani. Nello specifico, Renault Scénic 1.3 Energy TCe 140 CV dotata del cambio EDC a sette rapporti con comando doppia frizione, rivela minime vibrazioni già all’atto dell’avviamento. I passaggi di “marcia”, piuttosto rapidi e dolci all’innesto, dunque votati al comfort di conducente e passeggeri, assecondano le caratteristiche del nuovo propulsore. Riguardo al comportamento della vettura su strada, Renault Scénic equipaggiata con la nuova unità Energy TCe conferma il proprio carattere di “stradista veloce da famiglia”: brillante e maneggevole, non è peraltro votata alla guida sportiva.

Relativamente all’impostazione di corpo vettura ed allestimento, la nuova lineup di Renault Scénic che porta al debutto la nuova “famiglia” di motori Energy TCe si presenta sostanzialmente invariata all’esterno, dominato dalla ampia finestratura che contribuisce alla luminosità dell’abitacolo. Il disegno degli interni offre – sempre in virtù del comfort di bordo – un adeguato spazio longitudinale sia per conducente che per passeggero anteriore. Ben profilati e comodi i sedili, una consuetudine “alla francese” alla quale Renault, così come le altre Case connazionali, hanno da sempre abituato la propria clientela. Il divanetto posteriore è ovviamente frazionabile con sedute scorrevoli fino a 140 mm. Tenuto conto della peculiarità del modello, Renault Scénic dispone di un ampio assortimento di vani portaoggetti e di accessori utili alla vita a bordo, compresi i due ripiani ripiegabili collocati sugli schienali dei sedili anteriori ed a disposizione degli occupanti i sedili posteriori. La dotazione multimediale viene compresa in un display centrale: attraverso questo dispositivo, finalizzato anche al controllo dei parametri vettura, è altresì possibile scegliere fra quattro modalità di guida, ciascuna delle quali offre una specifica impostazione grafica alla strumentazione digitale.

Ricapitoliamo brevemente l’assortimento delle varianti Scénic e Grand Scénic equipaggiate con il nuovo 1.3 Energy TCe: le versioni Energy TCe 115 con cambio manuale a sei rapporti erogano una potenza di 116 CV a 4.500 giri/min e una coppia massima di 220 Nm a 1.500 giri/min, per una velocità massima rispettivamente di 182 km/h (Scénic) e 179 km/h (Grand Scénic 5 e 7 posti), e un’accelerazione 0 – 100 km/h in 11”3, 11”5 e 11”7. I modelli Energy TCe 140 (potenza max 140 CV a 5.000 giri/min, 240 Nm a 1.600 giri/min, disponibile anche con cambio EDC)  consentono a Scénic 195 km/h di velocità massima e 10”1 nello scatto da 0 a 100 km/h; consumo ed emissioni dichiarati nell’ordine di 5,4 litri per 100 km e 122 g/km di CO2. L’Energy TCe 160 (potenza massima 163 CV a 5.500 giri/min, coppia massima 260 Nm a 1.750 giri/min e 270 Nm a 1.800 giri/min a seconda se equipaggiata con cambio manuale o automatico) permette una velocità massima di 200 km/h e i 100 km/h con partenza da fermo in 9”9-9”1 (cambio manuale o automatico EDC).

I primi modelli Renault Scénic e Grand Scénic equipaggiati con il nuovo Energy TCe sono stati consegnati nelle scorse settimane. La gamma si articola sugli allestimenti Life, Zen, Intens, Bose ed Initiale Paris, con prezzi “chiavi in mano” (Scénic) a partire da 22.150 euro (1.3 Energy TCe 115 CV Life) e fino a 36.350 euro (1.3 Energy TCe 160 Initiale Paris con cambio EDC). Per le corrispondenti declinazioni di Grand Scénic, il sovrapprezzo è 1.500 euro.