Renault Scénic 1.3 TCe: primo contatto con il nuovo motore

Esordio per il nuovo motore turbo benzina TCe da 1.3 litri sulla Renault Scénic e Grand Scenic. Abbiamo potuto apprezzarlo in un test drive tra le colline toscane.

Si presenta come qualcosa di rivoluzionario, il nuovo motore 1.3 TCe sviluppato insieme dall’Alleanza Renault, Nissan e Mitsubishi con il Gruppo Daimler. Si tratta di un’unità 1.3 litri turbo benzina da 4 cilindri che può essere declinata in tre step di potenza: 116, 140 e 160 cavalli. La prima vettura della casa francese che può fregiarsi di portare sotto al cofano questo nuovo propulsore è la Renault Scénic (insieme alla sua variante Grand Scénic), che noi abbiamo avuto l’opportunità di provare attraverso le splendide strade che caratterizzano le colline tra Firenze e Siena.

Il nuovo motore

Questo nuovo motore manda definitivamente in pensione il vecchio 1.2 TCe da 115 e 130 cavalli, dimostrandosi più brillante ed efficiente. Il nuovo 1.3 TCe può essere combinato sia con la trasmissione manuale a 6 rapporti che con un cambio automatico a doppia frizione EDC. Questa moderna unità motoristica permette un piacere di guida maggiore, poiché dispone di maggiore coppia anche ai regimi più bassi e una disponibilità sempre maggiore agli alti regimi. Quindi migliorano le prestazioni, ma al tempo stesso vengono ridotti i consumi e le emissioni di CO2. Su strada abbiamo potuto saggiare che la Renault Scénic equipaggiata sia col 1.3 da 140 cavalli, che con il 160, dimostra di aver un gran piglio e una buona spinta a partire da 1.750 giri con una progressione che trova il suo picco intorno ai 3.000 giri. Nel complesso si può dire che questo motore sia molto equilibrato e capace di togliere soddisfazioni inattese. Parlando di numeri, il primo livello di potenza da 116 CV con trasmissione manuale, offre una coppia massima di 220 Nm , mentre il 140 CV ha una coppia massima di 240 Nm e il più potente 160 arriva ai 270 Nm.

Si è lavorato molto su questo motore, frutto di un’esperienza lavorativa molto importante, tanto che sono state adottate delle interessanti soluzioni innovative. Una su tutte è il Bore Spray Coating una tecnologia di rivestimento dei cilindri ripresa dal motore della Nissan GT-R, che migliora l’efficienza riducendo gli attriti e ottimizzando la conduttività termica. Altre tecnologie migliorano il piacere di guida e riducono i consumi e le emissioni di CO2: l’iniezione diretta di benzina con pressione portata a 250 bar e la nuova camera di combustione, progettata per ottimizzare la miscela aria/carburante. Altro elemento importante è il Dual Variable Timing Camshaft, che gestisce le valvole di aspirazione e di scarico in funzione delle sollecitazioni del motore. In tal modo, si ottiene più coppia ai bassi regimi e più coppia lineare disponibile agli alti regimi, a vantaggio di un maggiore piacere di guida e di migliori riprese per i nostri clienti. Il risultato medio è una riduzione del 5,5% dei consumi e una riduzione di 7 g/km delle emissioni su Scénic e rispettivamente dell’8% e di 11 g/km su Grand Scénic. Per arrivare a questo livello sono state effettuate oltre 40.000 ore di test e 300.000 km di test di validazione. Strutturalmente il basamento della parte alta del motore è stata sviluppata da Daimler, mentre quella bassa dall’Alleanza.

Come va su strada

Tra le strade di campagna e di collina, la Renault Scénic si muove bene e si fa apprezzare per il suo comportamento sempre pronto, accelera con fluidità e senza strappi particolari. Anche nel misto ci si può divertire nella giusta misura. Il sound non è molto partecipe, la colonna sonora si scatena solamente quando si oltrepassano i 5.000 giri, altrimenti il suo ruolo è da comprimario. Il cambio manuale a sei rapporti è abbastanza preciso, e si sposa bene con le strade che abbiamo affrontato. Il consumo medio da indicatore è stato di circa 11,1 km con un litro, ma la casa dichiara 18,5 km/l.

Durante il test urbano, tra le trafficate strade di Firenze, la Scénic ha dato una gran prova di sé, destreggiandosi con agilità. Infatti è molto apprezzabile il suo sterzo leggero, utile anche nelle manovre di parcheggio. L’abitacolo, inoltre, è molto insonorizzato e permette di godersi pienamente la vita a bordo, specialmente nella versione Initiale Paris che dispone anche di sedili con funzione massaggiante. Forse unica pecca i cerchi in lega da 20” che esteticamente fanno il loro dovere, riempiendo benissimo la figura, ma faticano ad assorbire le buche e le asperità più gravi delle strade, nonostante delle sospensioni morbide.

Prezzi

La Renault Scénic parte da un prezzo di 22.050 euro per la sua versione Sport Edition 1.3 TCe da 115 CV per arrivare fino ai 38.150 euro (chiavi in mano) della Initiale Paris con 1.3 TCe da 160 cavalli e cambio automatico EDC.

Renault Scénic 1.3 TCe Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Renault Zoe 2020: ancora più autonomia

Altri contenuti