Skoda Kodiaq: primo contatto con il nuovo SUV

Il nuovo Skoda Kodiaq arriva sul mercato con sette posti, il bagagliaio più grande della categoria e tante soluzioni intelligenti.

Skoda Kodiaq: primo contatto con il nuovo SUV

di Andrea Tomelleri

27 febbraio 2017

Il nuovo Skoda Kodiaq arriva sul mercato con sette posti, il bagagliaio più grande della categoria e tante soluzioni intelligenti.

Il debutto di Skoda nel segmento dei SUV si chiama Kodiaq. Il nome – che richiama l’isola di Kodiak sulla costa dell’Alaska, ma anche l’omonima specie di orso bruno che lì abita – evoca i concetti di libertà e avventura, nonché la possanza del maestoso animale. Infatti già a prima vista Skoda Kodiaq appare una vettura importante e ben piantata sulle ruote, capace di introdurre un nuovo registro stilistico per la Casa. Il nuovo Kodiaq ha l’ambizioso compito di portare i valori del marchio boemo – come spazio, praticità e soluzioni intelligenti – per la prima volta nel segmento dei SUV. Il prezzo, che parte da 23.950 euro, la rende una delle proposte più interessanti del mercato, dove andrà ad affrontare concorrenti come Nissan X-Trail, Hyundai Santa Fe, Honda CR-V e Kia Sorento.

Esterni: linee razionali ed equilibrate

Il nuovo Skoda Kodiaq si presenta con una carrozzeria imponente, che la fa apparire più grande di quanto non sia in realtà. Con una lunghezza di 4,70 metri e un’altezza di 1,67 metri, la Kodiaq si configura come uno Sport Utility medio-grande, più corto di circa 20 centimetri rispetto ai maxi-SUV, ma capace di ospitare sette passeggeri. Il linguaggio stilistico non ricorre a soluzioni appariscenti, ma coniuga in modo razionale linee eleganti, profonde nervature e superfici scolpite. Il risultato appare molto equilibrato nell’insieme, è anche efficiente nell’aerodinamica (Cx di 0,33) e trasmette un senso di robustezza che si addice al tipo di auto. Nel frontale si ritrova la grande mascherina a listelli verticali che caratterizza tutte le ultime Skoda e i gruppi ottici con firma luminosa a led e in opzione anche full led. La fiancata è scolpita da scalfitture e dai passaruota marcati, mentre la parte posteriore presenta i gruppi ottici ben integrati nel portellone.

Interni: sette posti e bagagliaio da record

L’abitacolo della nuova Skoda Kodiaq trasmette immediatamente una sensazione di qualità e cura costruttiva. Salendo a bordo – l’altezza della seduta è di circa un metro – ci si ritrova in un ambiente accogliente, dominato da una plancia a sviluppo orizzontale che appare robusta e pratica. Lo schermo dell’infotainment è incastonato tra le bocchette della climatizzazione, mentre davanti al passeggero c’è un pannello che nasconde un vano portaoggetti in aggiunta al classico cassettino inferiore. Come tutte le Skoda, anche Kodiaq è caratterizzato da soluzioni “simply clever” che migliorano la vivibilità dell’auto, come la protezione per il bordo della portiera che fuoriesce mentre questa si apre (una novità assoluta), i due ombrelli contenuti nelle portiere anteriori, ben 27 vani portaoggetti e il raschietto del ghiaccio nello sportellino del serbatoio. Il nuovo SUV può essere equipaggiato con quattro diversi sistemi multimediali (Swing, Bolero, Amundsen e Columbus) con schermo da 6,5 a 8 pollici e i servizi online Skoda Connect (a partire dalla versione Ambition) che comprendono la chiamata di emergenza in caso di incidente e la gestione da remoto tramite una app (localizzazione e calendario manutenzione).

Il nuovo Kodiaq può ospitare fino a sette passeggeri su tre file, con i sedili della terza fila che vengono annegati nel piano di carico. Particolarmente curata risulta la seconda fila di sedili, che può disporre di uno specifico “pacchetto riposo” comprendente delle coperte e due appoggiatesta reclinabili con alette laterali per impedire che la testa si corichi di lato. Una menzione a parte merita il bagagliaio, che ha una capacità di ben 720 litri in configurazione cinque posti (2.065 litri con soli due posti) e risulta il più ampio della categoria, nonché tra i più grandi dell’intero mercato auto. Inoltre, è ben rifinito con un vano sotto piano di carico, quattro ganci con reti fermacarico e una torcia estraibile che è anche magnetica, così da rimanere attaccata alla carrozzeria in caso di necessità.

Come va su strada e in fuoristrada

La Skoda Kodiaq si dimostra già una vettura matura, senza eccessive pecche di gioventù. Merito dell’esperienza del Gruppo Volkswagen e della condivisione di molte componenti con le “cugine” Seat Ateca, Volkswagen Tiguan, a partire dalla piattaforma MQB. La Kodiaq appare imponente, ma ha un peso contenuto per la categoria, che è pari a soli 1.472 kg con la motorizzazione benzina TSI e la trazione anteriore. Abbiamo provato il nuovo SUV boemo sia su strada che fuori dall’asfalto. Pur non essendo un veicolo pensato per l’off-road più tecnico, la Kodiaq dimostra di sapersela cavare nel fuoristrada leggero grazie al differenziale elettronico a bloccaggio trasversale XDS+ sulle versioni e due ruote motrici e un sistema di trazione integrale con frizione a lamelle a gestione elettronica.

Su strada abbiamo provato la motorizzazione top di gamma 2.0 TDI abbinata alla trazione integrale e al cambio [glossario:dsg] a sette rapporti. Con una potenza di 190 CV e ben 400 Nm di coppia, questa versione appare adeguata alla tipologia di vettura ed è adatta anche al traino di un rimorchio come una roulotte o un’imbarcazione fino a una massa di 2,5 tonnellate (è disponibile un gancio traino estraibile).

Dotazione e prezzi

Dal punto di vista della dotazione, si annoverano diversi sistemi di assistenza alla guida, alcuni pensati appositamente per la tipologia di veicolo, come il Trailer Assist, che gestisce lo sterzo in caso di retromarcia con rimorchio al seguito. Per il resto sono presenti il Front Assist con funzione di frenata di emergenza (di serie), il cruise control adattivo e il Driver Alert che monitora il livello di attenzione del conducente, il Travel Assist con riconoscimento della segnaletica stradale e il Crew Protect Assist. Molto sofisticati i sistemi di parcheggio, che vanno dai semplici sensori posteriori, al Park Distance Control aggiornato con funzione frenante fino al più completo Park Assist, un sistema di parcheggio semi-automatico che gestisce la manovra negli stalli trasversali e longitudinali sia in retromarcia che marcia avanti.

Il nuovo Skoda Kodiaq è disponibile in quattro allestimenti – Active, Ambition, Executive e Style – e tre motorizzazioni, il benzina 1.4 TSI da 125 CV e il 2.0 TDI nei livelli di potenza da 150 e 190 CV. I prezzi partono dai 23.950 euro del 1.4 TSI Active e arrivano ai 39.450 euro della versione 2.0 TDI 190 CV Style 4×4 DSG. Già disponibile in prevendita, debutterà nelle concessionarie a marzo.