Lamborghini Gallardo LP560-4 Victory II by Hamann

Arriva dalla Germania la Victory II, un allestimento estremo della Lamborghini Gallardo.

Lamborghini Gallardo LP560-4 Victory II by Hamann

Tutto su: Lamborghini Gallardo

di Luca Gastaldi

05 gennaio 2011

Arriva dalla Germania la Victory II, un allestimento estremo della Lamborghini Gallardo.

Hamann, azienda tedesca che da 25 anni realizza vetture speciali e personalizzazioni “estreme”, ha lanciato la sua ultima creazione. Si tratta della Victory II, supercar allestita su base Lamborghini Gallardo LP560-4.

Prestazioni incrementate e abbondanza di fibra di carbonio rendono la Victory II una belva da 328 km/orari. All’esterno è caratterizzata dai passaruota allargati, dalle minigonne a altre appendici aerodinamiche, dalla nuova presa d’aria sul tetto, dal grande alettone posteriore e da un vero e proprio estrattore dell’aria che spunta dal fondo della vettura sotto ai due doppi scarichi laterali.

Tutto, ovviamente, realizzato in prezioso e tecnologico carbonio. Gli elementi “top” sono invece le portiere con apertura verticale: soluzione che ha reso celebri le vetture di Sant’Agata Bolognese ma che non è stata proposta sulla Gallardo di normale produzione.

Richard Hamann ha pensato anche alla sostanza. I cerchi in lega Edition Race sono da 20 pollici (9,5J davanti e 13J dietro) e prediligono grandi pneumatici 235/30ZR20 e 325/25ZR20. Con alcuni interventi all’elettronica, il motore V10 che equipaggia la Victory II ha raggiunto una potenza massima di 427 kW/580 CV e una coppia massima di 575 Nm.[!BANNER]

Il rosso di alcuni particolari esterni si ritrova anche nell’abitacolo, dove spiccano 14 elementi in fibra di carbonio. Dato il livello di questa automobile, le personalizzazioni sono pressoché infinite.