Opel Crossland X 1.2 110 CV vs 1.6 diesel 120 CV: la prova su strada

Le due anime differenti del crossover di segmento B di casa Opel che rende la vita facile in città, difendendosi bene anche fuori. Benzina o diesel? Scopritelo leggendo il nostro test!

Opel Crossland X 1.2 110 CV vs 1.6 diesel 120 CV: la prova su strada

Tutto su: Opel

Opel Crossland X

Design

7

Comfort

8

Prestazioni

7.5

Consumi

7.5

Prezzo

7

VOTO Motori.it: 7.4

Pro

Cambio automatico, motori, tenuta di strada, consumi (1.6 diesel)

Contro

Manovrabilità cambio manuale, visibilità posteriore

di Valerio Verdone

17 novembre 2017

Ci sono vetture pensate per la città, altre per viaggiare, la Opel Crossland X unisce il meglio dei due mondi e si rivolge agli automobilisti che vivono la loro auto a 360°. L’abbiamo provata nella variante a benzina spinta dal 1.2 da 110 CV accoppiato alla trasmissione automatica a 6 rapporti e in quella diesel che ospita sotto il cofano il motore 1.6 da 120 CV e presenta un cambio manuale a 6 marce.

Esterni: compatta e muscolosa

L’esterno della Crossland X è originale e cattura l’attenzione dei passanti e degli altri automobilisti per via di linee fresche e inusuali. Il frontale ricorda quello di altri modelli della Casa del Fulmine con la grande calandra che presenta delle cromature all’interno e dei fari dal piglio deciso. La vista laterale vanta una linea di cintura alta ed una cromatura che percorre tutta la zona superiore della superficie vetrata. Il montante posteriore è ampio e annuncia un retro importante dominato dai grandi gruppi ottici e dal piccolo lunotto. Non mancano protezioni che percorrono la parte bassa della vettura e si estendono ai passaruota.

Interni: comoda per quattro

La Crossland X è lunga appena 4,21 metri e questo le consente di essere un’auto compatta, ma dietro è consigliabile viaggiare in due perché lo spazio in larghezza è contenuto, mentre chi siede davanti ha sempre ampia libertà di movimento. Nella zona anteriore della vettura troviamo una plancia con un disegno ormai tradizionale in Casa Opel che ricorda quella dell’Astra, la strumentazione è semplice e facile da consultare con l’utile dispositivo che segnala i limiti di velocità. Non manca lo schermo dedicato all’infotainment, compatibile con gli smartphone di ultima generazione, anche se il navigatore e la radio DAB sono optional, mentre è di serie il sistema OnStar che consente di essere connessi 24 ore su 24 con la centrale operativa di Luton. Ampio il bagagliaio, che ha una capacità di 410 litri e può arrivare fino a 1.255 litri abbattendo i sedili posteriori.

Al volante: confortevole e sicura

Le due motorizzazioni riflettono due caratteri diversi, la 1.2 automatica consente di viaggiare nel massimo del confort, visto che il cambio AT6 ha dei passaggi di marcia fluidi ed evita di sforzare la gamba sinistra. La scelta dell’automatico però, unita al motore a benzina influisce sui consumi che si attestano sui 9 l/100 km. Su questo fronte la 1.6 diesel, che può contare su 10 CV in più (120 VS 110), risulta decisamente più parca in quanto le bastano 6 litri di gasolio per percorrere 100 km. Certo, la trasmissione manuale presenta una manovrabilità migliorabile, quindi la scelta tra l’una e l’altra sarà influenzata in maniera importante dalla percorrenza annuale. Le prestazioni sono speculari, visto che entrambe le unità sono sovralimentate, ma è chiaro che il cambio automatico garantisce riprese migliori.

Prezzo: 1.000 euro di differenza

Le vetture del nostro confronto sono entrambe top di gamma, quindi presentano l’allestimento Innovation che comprende una dotazione corposa, con accessori che vanno dal climatizzatore automatico bi-zona al sistema OnStar, passando attraverso i fendinebbia, il lane departure warning, il sistema che riconosce limiti di velocità ed i sensori di parcheggio anteriori e posteriori. Tra la 1.2 automatica e la 1.6 diesel manuale ci sono 1.000 euro di differenza: 22.450 euro per la prima e 23.450 euro per la seconda. Ma con gli optional presenti sugli esemplari in prova, le auto del test si avvicinano ai 30.000 euro, con la benzina che sale a quota 26.745 euro e la diesel che arriva a 27.575 euro.