Land Rover Freelander 2.2 SD4: la prova su strada

Con 190 CV e il Terrain Response, la Land Rover Freelander va bene su strada e in fuoristrada.

Land Rover Freelander 2.2 SD4: la prova su strada

Land Rover Freelander 2.2 SD4 4WD HSE

Design

8.00

Comfort

8.50

Prestazioni

8.50

Consumi

8.00

Prezzo

7.00

VOTO Motori.it: 8.00

Pro

Comportamento su strada e fuoristrada, consumi, silenziosità

Contro

Alcuni materiali migliorabili

di Valerio Verdone

05 giugno 2013

Con 190 CV e il Terrain Response, la Land Rover Freelander va bene su strada e in fuoristrada.

La Land Rover Freelander non è un SUV come tanti altri. Anzi, a ben guardare, questa definizione le sta stretta perché la piccola di casa Land Rover, pur non essendo un mezzo tecnicosa essere a suo agio anche nel vero fuoristrada, a differenza di molti crossover presenti sul mercato. La Freelander è comoda e sicura su strada e ha un aspetto moderno, ma senza vanità modaiole come la cugina Evoque. Abbiamo provato la versione 2.2 diesel da 190 CV, forse la più completa sotto ogni punto di vista.

>> Guarda le immagini della Land Rover Freelander in prova

Esterni: ormai è un classico

Pur con gli aggiornamenti obbligatori dovuti allo scorrere inesorabile del tempo, la Land Rover Freelander ha mantenuto un aspetto gradevole, evolvendosi anno dopo anno, al punto che riesce tranquillamente a confrontarsi con i SUV di ultima generazione. La grande calandra, il nome del marchio sul cofano motore, e un frontale massiccio sono il biglietto da visita per questa vettura proporzionata e rassicurante. Belli i cerchi in lega bicolore e i montanti posteriori in nero lucido che snelliscono la parte posteriore. Si notano i tocchi dei designer per rendere l’insieme più moderno e al passo con i tempi, mentre alcuni elementi sottolineano un’indole grintosa e premium, come lo [glossario:spoiler] sul tetto e la fascia cromata sul porta targa. Tutto sommato però, possiamo dire che la Freelander è un classico, un’auto riconoscibile al primo sguardo, un prodotto che ha conquistato gli automobilisti e che rappresenta una garanzia anche dal punto di vista stilistico e non è una cosa che succede a molti modelli.

Interni: abitacolo alla moda

Grazie alla pelle color biscotto e alla [glossario:radica] che adorna la plancia, questa Freelander ha un abitacolo invitante, e viene voglia di saltarci su. Dopo tutto, il cruscotto, lo sterzo e la consolle centrale hanno un aspetto familiare, che, in un certo senso rassicura. Anche il bagagliaio è spazioso e l’atmosfera è piacevole ma certe plastiche te le aspetteresti più in linea con le ultime tendenze teutoniche. Ecco, in questo senso si avverte ancora una certa parentela con il mondo del fuoristrada. Lo schermo al centro della plancia invece, ha il pregio non da poco da consentire le inquadrature del posteriore attraverso una telecamera. Pratico e sfruttabile il bagagliaio da 550 dm3 che arriva a 1670 dm3 abbattendo il divano posteriore.

Al volante: convince su strada e in fuoristrada

Grazie al 2.2 diesel da 190 CV che eroga 420 Nm di coppia a 1.750 giri, la Freelander riesce a spostare agevolmente la sua mole di circa 1.800 kg, tocca i 190 km/h di velocità massima e accelera da 0 a 100 km/h in 9,5 secondi. Numeri che letti così, in maniera fredda, possono dire ben poco, ma che su strada si tramutano in una guida piacevole, che consente di affrontare persino le curve con piglio deciso grazie ai buoni appoggi e al [glossario:cambio-automatico] sequenziale a 6 rapporti che consente di sfruttare a fondo il motore. Nonostante il suo comportamento brioso, a cui si accompagna anche una silenziosità di marcia in autostrada che non guasta, i consumi si attestano mediamente intorno ai 10,2 km/l. Una buona notizia considerando che si tratta di un SUV lungo 4,50 metri. Quando poi le condizioni del terreno diventano difficili, pur mancando le ridotte o altri dispositivi specifici, la Freelander riesce a superare gli ostacoli con disinvoltura: è sufficiente regolare il Terrain Response sulla tipologia di terreno da affrontare e la coppia viene ripartita automaticamente e in maniera ineccepibile tra [glossario:avantreno] e retrotreno.

Prezzo da 43.710 euro

Adatta ad ogni percorso, la Land Rover Freelander della nostra prova è al top della gamma ed ha un prezzo adeguato al suo ruolo, pari a 43.710 euro. Certo non sono pochi, ma al nostro esemplare sono stati aggiunti optional come il clima automatico, l’impianto audio premium, il telefono con bluetooth, i cerchi da 19 pollici, i vetri posteriori oscurati e altro ancora. Ad ogni modo per chi cerca una Freelander 2.2 SD4 con le stesse caratteristiche tecniche di base, ma meno accessoriata c’è sempre la S a 32.600 euro, oppure la SE a 36.000 euro. 

No votes yet.
Please wait...