F1, Ferrari: tutti i cambiamenti in vista di Melbourne

Le Ferrari ha apportato modifiche alla SF15-T per affrontare al meglio la prima gara del 2015.

Ferrari SF15-T

Altre foto »

Non c'è dubbio che la monoposto più attesa tra poche ore sulla pista di Melbourne sia la Ferrari SF15-T, chiamata a far risorgere il team di Maranello dalle ceneri di un infausto 2014 e a riportare in auge una scuderia in crisi da troppo tempo.

A gettare benzina sul fuoco poi ci ha pensato Sebastian Vettel, che ha dichiarato candidamente che "bisogna lavorare sodo per riportare il team dove merita". Ecco appunto, lavorare, per questo ci sono diverse novità tecniche sulla monoposto rispetto a quella che ha corso nella scorsa stagione.

Per prima cosa la Power Unit non sarà depotenziata rispetto a quella che ha ben figurato nei test di Barcellona, quindi non si andrà al risparmio dal punto di vista prestazionale. Inoltre, nell'impianto frenante Brembo spiccano le pinze anteriori montate in posizione quasi orizzontale, riprendendo un concetto già visto sulla Red Bull.

Ma non è tutto, un'altra novità, volta a migliorare l'aerodinamica della vettura di Maranello dovrebbe riguardare, con ogni probabilità, l'ala posteriore che si presenterà in Australia con degli endplate dalla curvatura maggiorata nella parte alta: una soluzione che mira a ridurre i vortici di estremità e ad aumentare l'effetto upwash.

 

 

 

 

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 12 marzo 2015

Altro su Ferrari

Ferrari 812 Superfast: la più potente di sempre
Anteprime

Ferrari 812 Superfast: la più potente di sempre

La nuova 12 cilindri della Casa di Maranello sfoggia un design aggressivo e a tratti retrò abbinato ad un potentissimo 12 cilindri aspirato da 800 CV.

Ferrari: una F12 tdf per Horacio Pagani
Curiosità

Ferrari: una F12 tdf per Horacio Pagani

Una Ferrari personalizzata per la collezione privata del costruttore italoargentino.

Ferrari: inediti modelli nel suo futuro
Anteprime

Ferrari: inediti modelli nel suo futuro

Secondo Marchionne ci sarebbe "un enorme terreno inesplorato". Un'affermazione che apre nuovi scenari per la gamma del prossimo futuro.