Ferrari, cambio al muretto: Chris Dyer al posto di Luca Baldisserri

Le debacle di Melbourne e Sepang provocano una rivoluzione in casa Ferrari: Luca Baldisserri lascia il posto al muretto a Chris Dyer

Mentre oggi si riunisce la Corte d'Appello Internazionale della FIA, chiamata a decidere in seguito al ricorso presentato da Ferrari, Renault, Red Bull e BMW sulla controversa conformità dei diffusori delle monoposto di Brawn, Toyota e Williams (per Ferrari saranno presenti Rory Byrne e Nikolas Tombazis), si consuma una mini-rivoluzione in casa Ferrari.

A Maranello è stato creato un gruppo di lavoro che sotto il coordinamento di Aldo Costa deve cercare di colmare il gap della F60 con le concorrenti giudicate dalla stessa Ferrari maggiormente competitive a prescindere dalla aerodinamica.

Lo sviluppo della monoposto del Cavallino sarà da oggi in poi seguito passo passo dal Team Manager Luca Baldisserri, che lascerà il suo ruolo al muretto a Chris Dyer, già ingegnere di pista di Kimi Raikkonen. Baldisserri rimarrà dunque a Maranello, mentre all'australiano toccherà definire la strategia in pista a partire dal GP di Shanghai del prossimo weekend.

Fra le novità tecniche annunciate per il Gran Premio della Cina c'è una nuova ala anteriore e modifiche alle flange dei cerchi anteriori e sui deviatori di flusso. I nuovi componenti sono stati testati da Marc Gené sul rettilineo di Vairano.

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Altro su Ferrari

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli
Motorsport

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Presentata a Daytona la nuova Ferrari 488 Challenge da 670 CV: sarà impiegata nell'edizione numero 25 del monomarca di Maranello.

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali
Anteprime

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali

La Casa di Maranello proporrà 70 colorazioni per ognuno dei 5 modelli in listino

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico
Motorsport

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico

Il team di Maranello torna all’attacco in seguito alle vicende messicane