Spyker cerca finanziatori per Saab

Per concludere la transazione con General Motors per l'acquisto di Saab occorrono ancora 15 milioni di euro, da reperire entro metà luglio

Spyker cars è alla ricerca di un investitore che finanzi un terzo dei 74 milioni di dollari (circa 52 milioni di euro) necessari a completare l'acquisto di Saab da General Motors, avvenuto formalmente la settimana scorsa.

In un comunicato, la casa olandese ha affermato chiaramente i suoi principali obbiettivi per il marchio svedese: ritorno all'attivo nel 2012 e costruzione di 4 modelli di nicchia, che richiederanno investimenti per 1 miliardo di euro. Intanto, però, c'è da pensare alla liquidità per completare la transazione, per la quale fino ad ora sono stati spesi una quarantina di milioni di euro così suddivisi: poco meno di 20 presi in prestito e 20 derivanti dall'emissione di azioni. Mancano ancora una quindicina di milioni di euro che devono essere finanziati entro il 15 luglio di quest'anno.

"Spyker è in contatto con molti investitori" ha detto un portavoce aziendale. "Cerchiamo pertanto qualcuno che creda in noi. Nel frattempo abbiamo ipotecato alcuni nostri asset per garantire l'impegno con GM".

L'azienda vuole aumentare la produzione di Saab a livelli pre crisi, fino ad arrivare a 125.000 auto l'anno, fra cui la 9-4x costruita in Messico. Parallelamente si vuole ricostruire il brand riposizionandolo in un mercato di nicchia. Come detto, saranno massimo 4 i modelli prodotti: la 9-3, la 9-5 e la 9-4X, da vendere sia in Europa sia negli Stati Uniti. Ci sarà forse spazio anche per un quarto modello (la 9-1) che però non è ancora inserito nel piano industriale e per il quale occorrerebbero ulteriori finanziamenti. Quello che è certo è che Spyker e Saab opererebbero come 2 aziende distinte, ciascuna delle quale mirerà al proprio mercato di riferimento.

Se vuoi aggiornamenti su SAAB inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 02 febbraio 2010

Altro su Saab

Saab: stop definitivo al marchio svedese
Attualità

Saab: stop definitivo al marchio svedese

Il consorzio NEVS non è riuscito ad acquisire i diritti sul brand: nel 2017 la produzione di auto elettriche inizierà con un nuovo marchio.

Saab potrebbe produrre auto elettriche in Cina
Ecologiche

Saab potrebbe produrre auto elettriche in Cina

Il ritorno di Saab potrebbe passare per l'auto elettrica. NEVS, la società che controlla la casa svedese, aprirà infatti un nuovo impianto in Cina.

Saab 9-3 Aero 2014: in Svezia da 31.510 euro
Anteprime

Saab 9-3 Aero 2014: in Svezia da 31.510 euro

La Saab 9-3 della rinascita sarà in vendita dal 10 dicembre.