Motor Show 2016: in anteprima la nuova Renault Twingo GT

La nuova edizione sportiva della piccola “tuttodietro” è stata sviluppata da Renault Sport: porta in dote 110 CV e un nuovo appeal estetico.

Motor Show 2016: in anteprima la nuova Renault Twingo GT

Tutto su: Renault Twingo

di Francesco Giorgi

02 dicembre 2016

La nuova edizione sportiva della piccola “tuttodietro” è stata sviluppata da Renault Sport: porta in dote 110 CV e un nuovo appeal estetico.

Non chiamatela “citycar”. O meglio: il segmento di appartenenza resta immutato; soltanto, la nuova Renault Twingo GT, potrebbe appartenere al settore “Sport citycar”, cioè le vetture che dimostrano di essere a proprio agio nel traffico urbano grazie ad elevate doti di spunto, accelerazione e agilità; e di poter essere impiegate anche al di fuori dei percorsi cittadini, in virtù di valori prestazionali piuttosto elevati per la propria classe. Il tutto, senza dover mostrarsi “estrema”, tuttavia in possesso di una origine progettuale nobile: lo sviluppo della nuova Twingo GT si deve a Renault Sport.

La nuova Renault Twingo GT, attesa da alcuni mesi e portata in anteprima, la scorsa estate, al Goodwood Festival of Speed, costituisce una delle novità di rilievo al Motor Show 2016, la rassegna di Bologna Fiere che aprirà ufficialmente al pubblico domani (sabato 3 dicembre) per concludersi domenica 11.

Nel frattempo, Twingo GT viene anticipata da nuove immagini e dal dettaglio delle caratteristiche progettuali e tecniche.

L’aspetto che stuzzica immediatamente la curiosità, nella nuova Renault Twingo GT, è rappresentato dall’architettura del gruppo propulsore: quale “parente” di Smart forfour (e, nello specifico, trattandosi della versione high performance, di forfour Brabus), la Twingo GT che si prepara al vernissage italiano del Motor Show 2016 viene equipaggiata con l’unità TCe, turbocompressa, da 898 cc e tre cilindri, collocata posteriormente e caratterizzata da un’inclinazione di 49°.

A motore posteriore come (piccola divagazione storica) alcune delle Renault che hanno contribuito a raccontare la storia sportiva e di immagine per la Marque à Losanges: Dauphine Gordini, R8 Gordini, R5 Turbo, fino alla più recente Clio 3.000 V6.

Dal punto di vista dell’impostazione estetica e aerodinamica, la nuova Renault Twingo GT mette in evidenza, al corpo vettura, l’adozione di specifici cerchi in lega Twin’Run da 17″, che montano un set di pneumatici Yokohama BluEarth da 185 – 45 R 17 78H (anteriori) e  205 – 40 R 17 80H (posteriori), un “GT Pack” (bodykit che comprende “minigonne” anteriori e laterali sottoporta, specifici codolini passaruota e un [glossario:diffusore] posteriore), un impianto di scarico a doppio terminale cromato. Le quattro tinte carrozzeria previste (una nuova Spicy Orange, il Cosmic Grey, il Nero Etoilé e il Bianco Dreams) possono essere arricchite da esclusivi motivi grafici adesivi ispirati all’aeronautica, in nero per la tonalità Spicy Orange, in arancione per gli altri colori di carrozzeria. Una nuova presa d’aria, collocata in corrispondenza del parafango posteriore sinistro (funzionale al controllo della temperatura dell’aria in ingresso al turbocomrpessore e all’ottimizzazione della portata dell’aria stessa verso il motore), unitamente ai monogrammi “Renault Sport” alle fiancate e nella zona posteriore e all’assetto ribassato di 20 mm, completano la caratterizzazione di immagine per la nuova Renault Twingo GT.

L’abitacolo, in sintonia con l’impostazione dell’esterno vettura, presenta inediti accenti in tinta arancione per i rivestimenti in pelle e tessuto dei sedili, le bocchette di aerazione e la base della leva cambio, battitacco “firmati” Renault Sport, pedaliera e pomello leva cambio in alluminio.

Sotto il cofano (o meglio: alle spalle dell’abitacolo), la nuova Renault Twingo GT è stata sottoposta a un intervento di ottimizzazione del piccolo tre cilindri turbo da 0,9 l. In particolare, insieme alla nuova portata d’aria garantita dall’apertura al parafango posteriore, è stato aumentato il regime di rotazione del turbocompressore, la nuova pompa benzina è stata progettata in funzione della maggiore portata di carburante, e la pompa dell’acqua è stata studiata per ottimizzare il raffreddamento della meccanica. Nuovo è anche l’impianto di scarico. L’operazione di re – engineering al piccolo tricilindrico TCe si completa con la rimappatura della centralina elettronica di gestione (acceleratore compreso, per ottenere una più rapida risposta al comando), e con la scelta di nuovi rapporti al cambio manuale a cinque velocità.

Rivisitata anche l’elettronica in funzione delle modalità di guida: la nuova Twingo GT prevede una ritaratura del controllo dinamico di traiettoria ESP.

Dati alla mano, indica Renault, la nuova Twingo GT sviluppa una potenza di 110 CV a 5.750 giri/min e una coppia massima di 170 Nm a 2.000 giri/min; i valori di potenza e coppia motrice, unitamente a un favorevole rapporto peso / potenza (8,5 kg/CV, notevolmente migliorato rispetto ai 9,5 kg/CV di Twingo II GT), permettono alla piccola “tuttodietro” un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 10″ e una ripresa 80 – 120 km/h in meno di 9″.