Panamera S-E Hybrid 24 Hours Challenge

L’ammiraglia ibrida Plug-in alla sfida dei consumi percorre 3,7 l/100 km.

Porsche: 24 Ore Panamera S-E Hybrid

Altre foto »

I consumi e le emissioni che ne conseguono sono importanti per ogni casa automobilistica, soprattutto se risponde al nome Porsche e produce vetture ad alte prestazioni con tanta tecnologia a bordo. Per questo, oltre ai modelli spinti esclusivamente dal motore termico, da qualche anno, nel listino del Costruttore teutonico, sono arrivate anche vetture ibride come la Panamera, che adesso, con la versione S-E Hybrid, raggiunge risultati sconvolgenti, almeno sulla carta: 3,1 l/100 km e 71 g/km di Co2. Il tutto senza rinunciare alle prestazioni che, a fronte di un peso aumentato di circa 150 kg rispetto alle sorelle "convenzionali", rimangono da autentica supercar, con 270 km/h di velocità massima ed un'accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in appena 5,5 s. Ma nella realtà cosa è realmente capace di fare questa ammiraglia di oltre 5 m e dal peso superiore a 2.000 kg?

Devono essersi posti la stessa domanda gli uomini di Porsche Italia quando hanno pensato alla Panamera S-E Hybrid 24 hours Challenge, un evento che riprende l'affascinante formula della 24 Ore di Le Mans, ma con intenti diversi, ovvero quello di dimostrare quanto sia capace di consumare una vettura come la Panamera S-E Hybrid, nelle mani di 4 equipaggi, ognuno costituito da 3 giornalisti, per 24 ore continuative. Nel contest in questione, i team affrontano con ogni partecipante un percorso di oltre 70 km che mette a dura prova la vettura e le capacità di ogni guidatore in un tempo di circa 2 ore.

Certo, le difficoltà non mancano: il traffico di Rimini, le salite che conducono verso San Marino, e poi il vento, la pioggia e la possibilità di sbagliare strada, allungando inesorabilmente il percorso prestabilito. Il tutto seguito con l'App dedicata alla vettura che consente a Mauro Gentile, Direttore PR Ufficio Stampa di Porsche Italia, di monitorare in tempo reale i parametri della vettura con ogni concorrente alla guida.

Non si tratta di una gara, si viaggia pur sempre su strade aperte al traffico, ma di una prova differente, in una situazione reale che attesta, senza mezzi termini, le capacità reali della vettura. Niente a che vedere con i cicli di consumo realizzati per i dati d'omologazione, ma una vera e propria prova del nove su questa limousine da 416 CV complessivi e ben 590 Nm di coppia.

Prima di metterci in viaggio ovviamente, facciamo tutte le foto di rito, elaboriamo le diverse strategie, alcune concrete, altre più fantasiose, ma soprattutto facciamo conoscenza con l'auto, una plug-in, alimentata da un V8 3.0 sovralimentato tramite compressore volumetrico, abbinato ad un motore elettrico sincrono trifase che trae la spinta da un pacco batterie agli ioni di litio. L'aspetto sorprendente, rispetto alla versione precedente è che, in modalità completamente elettrica, l'auto percorre circa 36 km piuttosto che 4-5 km. Inoltre, il propulsore ad emissioni zero esprime ben 95 CV e 310 Nm, circa il doppio della potenza, e questo la dice lunga sul progresso compiuto dall'ibrido nel giro di pochi anni. Ovviamente, con una stazione di ricarica rapida, i tempi per restituire la piena efficienza alle batterie diminuiscono drasticamente, ma se non ha si ha fretta, ci si può accontentare della presa di casa, e trovarsi l'auto pronta per affrontare l'ipotetico percorso casa-ufficio ad emissioni zero.

Appurati questi particolari, mentre riflettiamo sul listino di 108.334 euro, che infrange i nostri piani d'acquisto, le rate sarebbero inesorabilmente troppo alte,  verifichiamo gli orari e ci caliamo nello spirito dell'evento. Le felpe Porsche con tanto di livrea Martini ci fanno sentire un team vero e proprio e in un attimo dimentichiamo il proverbio che recita: l'abito non fa il monaco.

Il primo concorrente, pardon, partecipante, prende il via alle 9.11, chissà perché, e rientra dopo 2 ore, concentrato, provato, ma soprattutto, meravigliato del dato finale. A scaglioni partiamo tutti, alcuni, come me, affrontano il traffico del pomeriggio, altri la pioggia e il sonno durante la notte, mentre l'ultimo completa il percorso nella mattinata successiva. Intanto, i team si studiano, custodiscono i propri segreti gelosamente e fanno squadra.

Alla fine però, la protagonista è sempre lei, la Panamera S-E Hybrid che, instancabile, continua la sua marcia senza fare una piega. Anzi, dopo 24 ore di viaggio, la vincitrice assoluta è lei, capace di percorrere mediamente oltre 60 km sugli oltre 70 km del percorso in modalità elettrica, grazie alla sua capacità di ricaricarsi in frenata quando termina la carica del motore elettrico, e di realizzare una percorrenza media con il guidatore più economo, Alessio Sanavio, di soli 3,7 l/100 km. Il dato più interessante però è che tutti i partecipanti hanno ottenuto una media inferiore a quella realizzata da Mauro Gentile, ovvero 6,1 l/100 km. Questo la dice lunga sulle capacità della Panamera in questione che, a fronte di un potenziale esplosivo sotto pelle, può viaggiare nel traffico consumando meno di una city-car.

Chiaramente, non sempre si può adottare una guida improntata al risparmio, ma alla fine, il dato dichiarato di 3,1 l/100 km non è molto lontano da quello realizzato, e forse, su un percorso pianeggiante e con meno insidie, potrebbe persino essere migliorato. Ecco è questo quello che fa riflettere, e ci porta a comprendere quanto possa essere importante l'ibrido nel percorso che conduce all'auto elettrica o ad altre soluzioni ad impatto zero. E' l'anello di congiunzione, il treno del presente che viaggia in direzione del futuro, la soluzione attuale capace di rendere fruibile per tutti una supercar destinata a pochi. 

Se vuoi aggiornamenti su PORSCHE PANAMERA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 06 novembre 2014

Altro su Porsche Panamera

Porsche Panamera Executive: anteprima al Salone di Los Angeles
Anteprime

Porsche Panamera Executive: anteprima al Salone di Los Angeles

Sulla nuova Panamera seconda serie, Porsche propone una inedita versione alto di gamma "Executive". Fra le novità, un V6 benzina turbo da 330 CV.

Porsche: a Ginevra 2017 arriva la Panamera Wagon
Anteprime

Porsche: a Ginevra 2017 arriva la Panamera Wagon

Riprenderà lo stile del concept mostrato al salone di Parigi del 2012.

Nuova Porsche Panamera 4 E-Hybrid, i prezzi per l
Ultimi arrivi

Nuova Porsche Panamera 4 E-Hybrid, i prezzi per l'Italia

La seconda generazione della Panamera arricchisce la propria offerta con una tecnologica versione ibrida potente e parca nei consumi.