Nissan e-NV200: un taxi elettrico per l’Isola di Ponza

L’Isola di Ponza sceglie il taxi elettrico per gli spostamenti turistici, grazie alla consegna del primo Nissan e-NV200 Evalia.

Nissan e-NV200: un taxi elettrico per l'Isola di Ponza

di Giuseppe Cutrone

22 giugno 2015

L’Isola di Ponza sceglie il taxi elettrico per gli spostamenti turistici, grazie alla consegna del primo Nissan e-NV200 Evalia.

La mobilità elettrica fa breccia a Ponza, che con la consegna del primo esemplare di Nissan e-NV200 Evalia si avvia a diventare la prima isola italiana con un servizio di taxi a zero emissioni. 

La consegna del primo taxi elettrico è avvenuta dalle mani dell’Amministratore Delegato di Nissan Italia, Bruno Mattucci, a quelle del sindaco di Ponza, Piero Vigorelli. In questo modo, l’isola del Golfo di Gaeta consentirà da questa estate ai turisti di spostarsi nel proprio territorio senza inquinare, su veicoli silenziosi e “puliti” come la Nissan e-NV200 Evalia

Bruno Mattucci di Nissan Italia si è dichiarato molto soddisfatto dell’accordo raggiunto con il comune isolano: “Siamo lieti che Ponza sia la prima isola in Italia a utilizzare il nostro primo Taxi-Van Nissan e-NV200 Evalia 100% elettrico, per sperimentare una mobilità in sintonia con l’ambiente, in assenza di emissioni sia acustiche che atmosferiche e allo stesso tempo riducendo i costi di gestione e manutenzione per il benessere e il comfort sia del conducente che dei passeggeri”.  

Ponza compie un passo verso l’obiettivo di diventare un’isola ecosostenibile, dando vita a un progetto ad ampio raggio che prevede l’installazione di impianti fotovoltaici in tutti gli edifici pubblici e il rifacimento dei sistemi fognari e di depurazione, mentre dal primo gennaio 2017 scatterà il blocco dei veicoli Euro 0, Euro 1 ed Euro 2, che pertanto non potranno più circolare per le strade dell’isola.