Ferrari: cosa (non) cambia con la gestione Marchionne

Per l'amministratore delegato produrre una Ferrari fuori da Maranello sarebbe un’idea "oscena".

La lunga conferenza stampa che ha visto come protagonisti Sergio Marchionne e Luca di Montezemolo, ovvero il presente ed il recente passato della Ferrari ha chiarito questioni importanti e fatto luce sui futuri sviluppi in seno alla Casa costruttrice, nonché squadra sportiva, più conosciuta al mondo.

Non ci saranno cambiamenti nell'organico, nessuno cambierà posto nonostante l'avvicendamento al vertice: Amedeo Felisa rimarrà l'amministratore delegato, e Marco Mattiacci continuerà a ricoprire il ruolo che fu di Stefano Domenicali. Dunque, chi temeva un rimescolamento all'interno della Casa di Maranello è stato smentito dallo stesso Marchionne.

Il nuovo presidente in pectore ha poi rassicurato tutti sulla presunta eventualità di produrre le Ferrari in altre location. "L'idea di produrre una Ferrari al di fuori di questo posto è oscena, inconcepibile". Gli fa eco Montezemolo quando spiega che la Ferrari americana non è altro che una supercar realizzata in soli 10 esemplari per celebrare i 60 anni negli USA. Si tratta di una vettura V12 dalla livrea blu Nart, voluta per omaggiare la scuderia nordamericana.

Ma non è tutto, in questa giornata di rivelazioni, Marchionne ha fissato una data storica per il rilancio ufficiale del marchio Alfa Romeo, ovvero il 24 giugno, la stessa che nel 1910 dette i natali alla Casa del Biscione. La speranza è che nella prossima estate celebreremo anche l'arrivo di un nuovo modello, magari a trazione posteriore: uno schema meccanico utilizzato solo per vetture di nicchia come la 8C e la 4C, e non riproposto sulle berline dai tempi della 75.

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 10 settembre 2014

Altro su Ferrari

Ferrari 812 Superfast: la più potente di sempre
Anteprime

Ferrari 812 Superfast: la più potente di sempre

La nuova 12 cilindri della Casa di Maranello sfoggia un design aggressivo e a tratti retrò abbinato ad un potentissimo 12 cilindri aspirato da 800 CV.

Ferrari: una F12 tdf per Horacio Pagani
Curiosità

Ferrari: una F12 tdf per Horacio Pagani

Una Ferrari personalizzata per la collezione privata del costruttore italoargentino.

Ferrari: inediti modelli nel suo futuro
Anteprime

Ferrari: inediti modelli nel suo futuro

Secondo Marchionne ci sarebbe "un enorme terreno inesplorato". Un'affermazione che apre nuovi scenari per la gamma del prossimo futuro.