Ferrari: Marchionne è il nuovo Presidente

Sergio Marchionne succede a Luca Cordero di Montezemolo al vertice della Casa di Maranello

Cambio al vertice in Casa Ferrari, Sergio Marchionne è il nuovo Presidente, succede a Luca Cordero di Montezemolo in seguito ad una settimana calda in cui l'avvicendamento era nell'aria. Dopo il confronto mediatico dei giorni scorsi, un passaggio di un comunicato stampa chiarisce la situazione in modo inequivocabile: "Luca Cordero di Montezemolo lascerà su sua richiesta la Presidenza della Ferrari con effetto il 13 ottobre prossimo a conclusione del festeggiamento dei 60 anni di Ferrari in America. La Presidenza della Ferrari sarà assunta dall'Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne".

In pratica si chiude un ciclo, iniziato nel 1991, costellato di successi sportivi e commerciali. Da sempre a fianco della squadra sportiva sin dai tempi di Niki Lauda, Montezemolo è passato dal muretto box alla Presidenza della Ferrari vivendo l'escalation commerciale e la lunga scia di successi di Schumacher. "Nel 2003 - ha detto l'Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne - Luca ed io siamo stati nominati lo stesso giorno Consiglieri di Amministrazione della Fiat. Un anno dopo siamo diventati Presidente lui e Amministratore Delegato io. Abbiamo lavorato insieme nei primi anni, condividendo preoccupazioni, problemi e successi. Come Presidente della Ferrari ha portato l'azienda ad un livello tecnologico e organizzativo di eccellenza e ha ottenuto importanti risultati economici. Del futuro della Ferrari io e Luca abbiamo discusso a lungo. Il nostro comune desiderio di vedere la Ferrari esprimere tutto il suo vero potenziale in pista ci ha portato ad alcune incomprensioni che si sono manifestate pubblicamente nello scorso weekend. Voglio ringraziare personalmente Luca per quanto ha fatto per la Fiat, per la Ferrari e per me".

Parole di ringraziamento a cui si uniscono quelle del Presidente della Fiat John Elkann :"desidero ringraziare Luca a nome della mia Famiglia e a titolo personale per quanto ha fatto per la Fiat e per la Ferrari. Ha ricoperto diverse posizioni di responsabilità, a partire dalla Presidenza di Fiat dal 2004 al 2010, condividendo con me momenti di difficoltà, ma anche di grande soddisfazione. A Luca vanno i miei auguri per il suo futuro professionale e imprenditoriale, con la speranza, certamente condivisa, di vedere presto la Ferrari tornare a vincere".

Ovviamente, non poteva mancare una riflessione del diretto interessato, Luca Cordero di Montezemolo, che lascia la Ferrari a cui ha dedicato impegno e professionalità dopo anni importanti e colmi di soddisfazioni. "La Ferrari avrà un ruolo importante all'interno del gruppo FCA nella prossima quotazione a Wall Street e si aprirà quindi una fase nuova e diversa che credo giusto debba essere guidata dall'Amministratore Delegato del Gruppo. Finisce un'epoca e ho quindi deciso di lasciare la Presidenza dopo quasi 23 anni meravigliosi e indimenticabili, dopo quelli passati a fianco di Enzo Ferrari negli anni Settanta ...il mio pensiero va oggi anche ai nostri tifosi che non hanno mai fatto mancare alla Scuderia il loro entusiasmo soprattutto nei momenti più difficili".

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 10 settembre 2014

Altro su Ferrari

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli
Motorsport

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Presentata a Daytona la nuova Ferrari 488 Challenge da 670 CV: sarà impiegata nell'edizione numero 25 del monomarca di Maranello.

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali
Anteprime

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali

La Casa di Maranello proporrà 70 colorazioni per ognuno dei 5 modelli in listino

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico
Motorsport

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico

Il team di Maranello torna all’attacco in seguito alle vicende messicane