Opel Crossland X: a Ginevra la sostituta della Meriva

Il passaggio dalle linee da monovolume a quelle da crossover è il segnale dei tempi che cambiano

Opel Crossland X: a Ginevra la sostituta della Meriva

di Valerio Verdone

08 marzo 2017

Il passaggio dalle linee da monovolume a quelle da crossover è il segnale dei tempi che cambiano

Le vetture a ruote alte sono sempre più richieste, per questo la nuova Opel Crossland X, presentata al Salone di Ginevra 2017, ha un aspetto da crossover che cambia radicalmente le forme da MPV della Meriva che va a sostituire nella gamma del Fulmine.

Lunga 4 metri e 21 centimetri, quasi quanto la Mokka, la Crossland X manifesta delle proporzioni imponenti, proprio come piace al pubblico di questo genere di veicoli. Le linee sono piene di ridondanze, arricchite da cromature, con un frontale simile a quello degli ultimi modelli della Casa tedesca, una fiancata con una soluzione ripresa dalla piccola Adam ed un posteriore inedito con i gruppi ottici posizionati appena al di sotto del lunotto.

Pensata per le famiglie e per chi utilizza l’auto nel tempo libero, vanta un bagagliaio dalla capienza variabile, che parte da 410 litri, si espande a 520 litri, scorrendo in avanti i sedili posteriori, ed arriva a 1.255 litri abbattendo il divano.

Proposta con una gamma di motorizzazioni pensate per soddisfare un’utenza variabile, punta molto sull’infotainment grazie al sistema IntelliLink ed al servizio OnStar, e sulla sicurezza attiva. Infatti, oltre all’head-up display, ecco che troviamo i fari full LED adattivi, la telecamera posteriore panoramica a 180 gradi, l’avviso di collisione imminente e la frenata d’emergenza automatica con tanto di rilevamento pedoni.