Francoforte: ecco la Skoda Superb Wagon

La Casa di Mlada Boleslav debutta nel settore delle “familiari” di segmento alto con questa station che vedremo nella primavera del 2010

Francoforte: ecco la Skoda Superb Wagon

Tutto su: Skoda Superb Wagon

di Francesco Giorgi

17 settembre 2009

La Casa di Mlada Boleslav debutta nel settore delle “familiari” di segmento alto con questa station che vedremo nella primavera del 2010

.

Al Salone di Francoforte, la Skoda presenta la Superb Wagon, interpretazione “familiare” della sua ammiraglia. La Superb Wagon, della quale avevamo dato una prima anticipazione un paio di settimane fa, secondo i programmi della Skoda è attesa in listino per la primavera del 2010.

Caratterizzata da notevoli dimensioni esterne (lunghezza 4,84 metri, larghezza 1,81 e altezza 1,48) la Skoda Superb presenta rispetto alla berlina offre una notevole capacità di carico (data anche la lunghezza del piano di carico, che può raggiungere il metro e 80): da 633 a 1865 litri (quest’ultima soluzione è possibile con i sedili posteriori abbassati e ribaltati).

Per la prima volta su una Skoda viene proposto il sistema elettronico di chiusura e avviamento KESSY: grazie ad un transponder sulla chiave sblocca la chiusura non appena viene impugnata la maniglia, mentre per aprire le portiere è sufficiente spingere un tasto.

La base di partenza per la Superb Wagon è la versione berlina a tre volumi, con asse posteriore collegato alla scocca attraverso silent block (in modo da minimizzare la trasmissione alla carrozzeria del rumore derivante da vibrazioni e oscillazioni del retrotreno) e [glossario:avantreno] a sospensioni a schema McPherson contenuto in un corpo in alluminio.

I motori disponibili sono cinque: tre a benzina e due a gasolio. Tutte le unità, di origine Volkswagen, sono alimentate ad iniezione diretta e i motori Diesel sono provviste di Filtro antiparticolato di serie. La gamma dei motori a benzina (disponibili a trazione anteriore o, a richiesta, integrale permanente) viene “aperta” dal nuovo 1.4 TSI turbocompresso, che sfrutta la moderna filosofia del downsizing e, nonostante la ridotta cilindrata, è in grado di sviluppare una potenza di 125 CV e una coppia di 200 Nm a 1500 giri. A questa unità è accoppiato un cambio manuale a sei rapporti.

In posizione intermedia si trova il 1.8 TSI da 160 CV (con cambio manuale a sei marce o, in alternativa, con comando automatico a sei velocità), mentre al top della gamma si trova il grosso 3.6 TSI V6 da 260 CV, che eroga una coppia di 350 Nm fra i 2500 e i 500 giri. Per questa versione,la trasmissione è integrale permanente (con dispositivo di frizione elettronica Haldex per il controllo della trazione) e [glossario:cambio-automatico] DGS a sei velocità.

Fra le versioni Diesel, al momento sono presenti il 2.0 TDI da 140 CV e coppia massima di 320 Nm fra i 1800 e i 2500 giri, equipaggiato a scelta del cliente con cambio manuale a 6 marce o con comando [glossario:dsg] a doppia frizione e sei rapporti.

Al vertice dei motori a [glossario:gasolio] si trova il 2.0 TDI CR [glossario:common-rail] da 170 CV, che raggiunge una coppia massima di 350 Nm fra i 1750 e i 2500 giri; a questo propulsore è abbinato un cambio manuale a 6 marce o, come per la versione da 140 CV, è ottenibile a richiesta una trasmissione automatica DSG.