Nuova Audi R8, il debutto nel 2015

La futura supercar della Casa dei quattro anelli attingerà a piene mani dalle tecnologie utilizzate nelle competizioni.

Nuova Audi R8, il debutto nel 2015

di Francesco Donnici

20 giugno 2013

La futura supercar della Casa dei quattro anelli attingerà a piene mani dalle tecnologie utilizzate nelle competizioni.

Nata nel 2007, l‘Audi R8 è stata la prima supercar della storia del Costruttore di Ingolstadt, oltre ad aver riscosso un successo superiore alle aspettative, grazie ad un design originale e ad una meccanica  degna delle sue sportivissime  “rivali-cugine” Porsche e Lamborghini. Nel 2015, dopo 8 anni di onorato servizio, l’attuale R8 dovrebbe essere sostituita da una vettura completamente rinnovata , capace di offrire ancora più potenza e prestazioni più esaltanti.

>> Guarda le immagini ufficiali dell’Audi R8 2013

Ancora più bella e sportiva

Considerando il successo ottenuto con l’attuale generazione, la sostituzione della R8 non sarà una sfida facile e metterà a dura prova gli uomini che lavoreranno al progetto. Il futuro modello dovrebbe mantenere l’attuale filosofia sportiva della vettura, così come lo spazio interno e le proporzioni della carrozzeria dovrebbero restare invariate. Il nuovo design si distinguerà per l’utilizzo di un’inedita calandra anteriore “single-frame”, caratterizzata da dimensioni più importanti che separerà i proiettori di nuova concezioni dotati di tecnologia matrix-beam a LED. Per diminuire la massa totale della vettura, gli ingegneri Audi prenderanno in prestito alcuni dei raffinati materiali utilizzati dalla versione da competizione R8 LMS, come ad esempio la speciale fibra di [glossario:carbonio] rinforzata con materiali plastici (CFRP), utilizzata per la realizzazione del cofano motore e del tetto dell’auto. Anche l’aerodinamica risulterà particolarmente curata, grazie all’uso di nuovi componenti come lo speciale doppio [glossario:diffusore] posteriore derivato da quello utilizzato sulla  LMP1, vincitrice della 24 ore di Le Mans.

Leggera grazie al Multimaterial Space Frame

Le tecnologie utilizzate dalla nuova supercar targata Audi saranno attinte anche dalla variante elettrica R8 e-tron, come ad esempio l’utilizzo dello speciale “Multimaterial Space Frame” realizzato in alluminio, fibra di [glossario:carbonio] rinforzata con polimeri (CFRP) e fibra di vetro rinforzata con polimeri (GFRP), in modo da ottenere un ulteriore risparmio di peso nell’ordine dei 23 kg e mantenere la massa complessiva sotto i 1.500 kg. La sportiva teutonica continuerà ad offrire nella sua gamma i propulsori V8 e V10, opportunamente modificati in modo da ottenere una potenza massima rispettivamente di 450 e 570 CV, mentre i consumi scenderanno di circa il 10% rispetto alle attuali motorizzazioni. Anche l’abitacolo riceverà numerose novità e la maggior parte delle funzioni verranno concentrate nella nuova versione del sistema multimediale MMI, mentre per la strumentazione, i tecnici Audi starebbero riflettendo sull’utilizzo di quadranti digitali, così come sembra probabile l’uso di telecamere ad alta definizione chiamate a sostituire gli attuali specchietti retrovisori.