Nuova Audi A8 2014: prezzi da 84.400 euro

La nuova Audi A8 2014 guarda al futuro con la tecnologia Audi Matrix Led e la qualità che da sempre la contraddistingue.

Nuova Audi A8 2014: nuove immagini ufficiali

Altre foto »

Sono passati ormai 20 anni da quando la prima Audi A8 venne presentata al Salone di Francoforte nel lontano 1993, da allora l'ammiraglia dei Quattro Anelli ne ha fatta di strada, conquistando clienti in tutto il mondo per via della sua indole impeccabile sotto ogni punto di vista. Adesso, la Casa di Ingolstadt ha pensato bene di rivedere profondamente la versione lanciata nel 2010, per migliorare ulteriormente le qualità della vettura attraverso interventi di natura estetica e tecnologica.

Estetica nuova Audi A8: filante e razionale

Iniziamo a descrivere la nuova Audi A8 2014 parlando del suo aspetto esterno: non ci sono delle vere e proprie rivoluzioni stilistiche da segnalare, ma è bene soffermarsi su alcuni particolari che fanno la differenza. Il cofano anteriore presenta due linee nette, le cosiddette "unghiate" che lo rendono più incisivo, mentre la calandra anteriore è più bassa e conferisce un'aria più filante al frontale. Nuovi i gruppi ottici a LED posteriori così come gli scarichi dalla forma trapezoidale. Non possono mancare le cromature che completano una silhouette dinamica ed elegante allo stesso tempo. Più cattiva la S8 per via della calandra a nido d'ape e dei doppi terminali di scarico posteriori.

Audi A8 2014: luci tecnologiche

La novità più interessante riguarda i fari anteriori con tecnologia Audi Matrix Led. Il nome è decisamente azzeccato, perché gli effetti speciali sono all'ordine del giorno. Infatti, attraverso 25 Led, l'auto è in grado di regolare il fascio di luce in base alla situazione del traffico. Si viaggia sempre con le luci abbaglianti accese, ma grazie ad una telecamera, la vettura percepisce i veicoli che arrivano in direzione opposta (fino ad un numero di 8) e dispone il fascio luminoso in maniera tale da non arrecare disagio agli altri guidatori. Una rivoluzione, che funziona davvero, come ci hanno mostrato i tecnici Audi, perché con le 25 unità presenti all'interno di un proiettore, si possono attuare fino ad 1 miliardo di combinazioni ottiche. Ma non è tutto, avvicinandosi agli incroci il fascio di luce si allarga, mentre, quando si gira il volante è già disposto per illuminare la traiettoria ideale. Infine, se sulla strada è presente un ostacolo, il sistema a Led emette tre flash consecutivi che consentono al guidatore di evitarlo. Volendo, si può abbinare questo sistema di luce a Led al dispositivo che consente la visione notturna, adesso ancora più preciso in quanto è in grado di distinguere nettamente anche le sagome degli animali oltre che le figure umane.

Interno: un salotto teutonico

Difficile immaginare un ambiente più ricercato e accogliente dell'abitacolo della nuova Audi A8 2014, i sedili sono comodissimi e, volendo, si può persino avere la funzione massaggio con ben 5 programmi per viaggiare in totale relax. Si può optare per la classica conformazione a 5 posti dell'abitacolo oppure rinunciare ad un posto per regalarsi due sedili singoli posteriori con tanto di regolazione elettronica. A seconda delle varianti o delle personalizzazioni prescelte, si può avere un pellame di una determinata tonalità o degli inserti in legno dal colore e dalla sensazioni tattili differenti; volendo c'è anche il cielo dell'abitacolo rivestito in Alcantara e, per i più esigenti, persino il frigo-box nello schienale dei sedili posteriori.

Motorizzazioni Audi A8: diesel e benzina per tutti i gusti

Quando si parla dell'ammiraglia Audi, va da se che ci si aspetta un range di motorizzazioni alquanto vario, e in effetti è così, in quanto si parte dalla 3.0 V6 TDI da 258 CV, fino ad arrivare alla potentissima S8 4.0 biturbo da 520 CV. La versione turbodiesel da 3 litri, che promette consumi di 5,9 l/100 km, a fronte di una potenza cresciuta di 8 CV, e arrivata a 258 CV, con una coppia di 580 Nm, superiore di ben 30 Nm a quella precedente, è forse quella più indicata per l'Italia, e promette anche basse emissioni nell'ordine dei 155 g di Co2 al km. Se poi si adotta la filosofia "green" e si è disposti a rinunciare alla trazione integrale Quattro, presente su tutte le altre A8, si può sempre scegliere la variante ibrida con il motore 2.0 TFSI da 6,2l/100 km e 144 g di Co2 al km.

Ma se si vuole fare una scelta esotica, anche se, a dire il vero 1 cliente su 5 la sceglie in Europa, si può sempre optare per la 4.2 TDI da 385 CV (+35 CV) e, udite udite, 850 Nm (+50 Nm) che, tutto sommato, con i suoi 7,4l/100 km non è poi nemmeno tanto assetata, ma vanta uno strepitoso tempo di 4,7 secondi per raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo. Se si punta in alto, c'è il 4.0 TFSI da 520 CV della S8, che vanta il dispositivo cylinder on demand in grado di escludere 4 degli 8 cilindri per risparmiare carburante, al punto che i consumi dichiarati sono di 9,6 l/100 km. Mentre se si vuole il massimo il propulsore più indicato è senza dubbio il W12 da 6,3 litri capace di erogare 500 elegantissimi cavalli. Ovviamente, non mancano i motori a benzina dalla cilindrata più "umana" come il 3.0 TFSI che ha guadagnato ben 20 CV arrivando a 310 CV e 20 Nm di coppia, raggiungendo i 440 Nm, ottenendo nel contempo consumi interessanti come i 7,8l/100 km dichiarati.

Al volante: agile come non ti aspetti

Sarà per la carrozzeria realizzata quasi interamente in alluminio che pesa solamente 231 kg, per il Servosterzo elettromeccanico che ha preso il posto del sistema elettroidraluico, ma la nuova Audi A8 si guida con l'agilità di una compatta mettendo il luce una stabilità da riferimento quando la strada inizia a farsi tortuosa. A Dusseldorf, in occasione del lancio alla stampa, abbiamo guidato la 4.2 TDI con il suo V8 capace di attaccarti letteralmente ai sedili sotto la spinta degli 850 Nm di coppia, rimanendo sbalorditi dalla capacità di riprendere velocità come a volte non capita nemmeno a certe supersportive. Poi siamo saliti sulla W12 per assaporare il gusto dell'alto di gamma, inteso come massima espressione del lusso targato Audi, e il viaggio è diventato più vellutato, sublime, grazie ad una spinta inesauribile e sempre di classe. Infine, abbiamo concluso il nostro percorso sulla V6 TDI da 3 litri per scoprire che questa motorizzazione non è certo una scelta povera, anzi, a dire il vero è forse quella più equilibrata in quanto regala prestazioni di tutto rispetto, una spinta sempre disponibile e, cosa che non guasta, consumi decisamente contenuti.

Prezzo Audi A8: si parte da 84.400 euro

Difficile parlare di prezzo quando si è al cospetto di un'ammiraglia, la qualità si paga e, in questo caso, il listino parte dagli 84.400 euro della 3.0 TDI V6 fino ad arrivare, almeno per il lancio di novembre, ai 112.170 euro della 4.0 TFSI V8 da 435 CV con il passo lungo. Più avanti entreranno in listino anche la versione ibrida (febbraio 2014), la S8 (gennaio 2014) e la W12 (aprile 2014) per completare un'offerta davvero vasta. Ovviamente, i costi salgono in maniera esponenziale se si attinge alla lunga lista degli optional, ma in fondo, il bello di scegliere una vettura del genere risiede anche nella possibilità di non porsi dei limiti. 

Se vuoi aggiornamenti su AUDI A8 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 22 ottobre 2013

Altro su Audi A8

Audi A8 L Extended: limousine extralusso
Concept

Audi A8 L Extended: limousine extralusso

L'Audi A8 L diventa "Extended" in un esemplare unico lungo 6,36 metri e realizzato su specifica richiesta di un cliente.

Audi A8 L Chauffeur Special Edition: solo per il Giappone
Anteprime

Audi A8 L Chauffeur Special Edition: solo per il Giappone

Realizzata in soli 5 esemplari, questa speciale versione dell’ammiraglia tedesca promette il massimo lusso e un comfort di livello superiore.

Audi A8 4.2 V8 by Senner Tuning: tuning di sostanza
Tuning

Audi A8 4.2 V8 by Senner Tuning: tuning di sostanza

Poche modifiche, e tutte mirate a ottimizzare l'immagine dell'ammiraglia di Ingolstadt, per la "vecchia" Audi A8 4.2 V8 "rivisitata" da Senner Tuning.