Mercedes SLK SR by Piecha Design

Un kit aerodinamico, nuovi terminali di scarico e una invitante livrea scura. La Mercedes SLK SR così si è rifatta il trucco

Mercedes SLK SR by Piecha Design

Tutto su: Mercedes-Benz Classe SLK

di Francesco Giorgi

01 maggio 2010

Un kit aerodinamico, nuovi terminali di scarico e una invitante livrea scura. La Mercedes SLK SR così si è rifatta il trucco

Lusso, eleganza e sportività per la Mercedes SLK. D’altro canto, in primavera gli elaboratori si sbizzarriscono nel creare versioni personalizzate delle cabrio più prestigiose, come la Bmw Z4 Hamann.

La tedesca Piecha Design ha preparato, in questi giorni, una versione esclusiva della cabrio di Stoccarda. Si tratta della SLK SR, che rispetto al modello di serie offre una serie di aggiornamenti all’aerodinamica e all’assetto.

Nuovi, per esempio, sono i paraurti anteriore e posteriore, che incorporano delle aggressive prese d’aria (al frontale, assieme a nuove luci diurne a Led, e ai due lati) e un piccolo diffusore posteriore. Allo stesso modo, sono state montate delle minigonne laterali, che conferiscono un aspetto più massiccio all’insieme e migliorano l’azione di deportanza dell’aria. Ridisegnati anche i terminali di scarico, a quattro elementi cromati.[!BANNER]

Per limitare le turbolenze dell’aria nell’abitacolo quando si viaggia con il tettuccio ripiegato, è stato aggiunto un deflettore in cristallo, che si alza fra i due sedili.

Fra i dettagli degni di nota, Piecha ha sostituito gli specchi retrovisori esterni con nuovi elementi a doppio braccetto, dal design più sportivo. Nuovi anche i cerchi in lega, disponibili da 19″ o da 20″, sviluppati dallo stesso tuner.

A livello di meccanica, la SLK RS Piecha mantiene la stessa impostazione della roadster di Stoccarda: motori a 4 cilindri e V6, da 1,8 e 3 litri, da 184 e 231 CV di potenza. La resa dei propulsori viene ottimizzata da una leggera rimappatura della centralina.