Via alla stagione per la Formula 1

Chi sarà il successore di Jenson Button? La Ferrari farà subito centro in Bahrain? Quali sono i team in lizza? Ecco una pratica guida alla stagione

Al via la stagione di Formula 1

Altre foto »

Una carovana di ventiquattro monoposto in una cattedrale nel deserto, il Circuito del Bahrein. Dodici team, ventiquattro piloti. E diciannove tappe che si snoderanno in quello che si annuncia uno dei campionati più interessanti degli ultimi anni, oltre che il più "articolato" nei 60 anni di storia della massima Formula.

Si presenta così il circus della Formula 1, a una manciata di ore dal "via" della stagione. Quest'anno il calendario si apre come nel 2006, con il GP del Bahrain, sul circuito di Shakir, a poca distanza da Manama, la capitale del piccolo Emirato, per concludersi il 14 Novembre ad Abu Dhabi.

Attenzione alla sabbia

Da molti piloti poco amato, il circuito del Bahrain sorge in mezzo al deserto. La sua collocazione spesso ha creato dei problemi alle monoposto, a causa della sabbia che, se trasportata dal vento, tende a depositarsi sulla pista.

Ci potrà essere, dunque, una incognita sui pneumatici, legata alla loro aderenza in queste condizioni, che potrà anche essere condizionata nelle prime fasi di gara dal massiccio quantitativo di carburante a bordo delle vetture.

Il tracciato, che conta 23 curve (10 a sinistra, 13 a destra e 4 rettilinei), è stato recentemente modificato con l'aggiunta di un tratto di 800 metri, e in gara sarà percorso 49 volte per un totale di 308,405 km

Per la sua conformazione, è considerato uno dei "circuiti moderni", concepiti cioè per garantire la massima sicurezza ai piloti. La sede stradale è molto larga, le ampie vie di fuga quasi tutte asfaltate. E il contorno delle aree hospitality che... tanto contorno non è: vistose come poche, "rischiano" di rubare molta attenzione a dispetto delle evoluzioni in pista.

Le novità tecniche

Rifornimento, splash: termini che quest'anno cadranno nel dimenticatoio. La stagione 2010, infatti, si apre con l'importante novità del divieto di sosta ai box per rifornimento. Una regola, già utilizzata negli anni '80, che non ha mancato di fare storcere il naso ai piloti, ai team manager e agli stessi tifosi, abituati da diverse stagioni alla costruzione di strategie di gara che si sviluppavano anche grazie alla quantità di carburante immesso nel serbatoio.

La conseguenza di questa novità regolamentare è visibile nelle dimensioni esterne delle monoposto, più lunghe rispetto alle "vecchie" F1 del 2009 per far posto a serbatoi più grandi. E nel peso minimo delle vetture, che sale da 605 a 620 kg.

Riguardo alle qualifiche: i piloti che partecipano alla Q3 avranno l'obbligo di prendere il via alla gara con lo stesso treno di pneumatici utilizzato nell'ultima fase delle qualifiche ufficiali.

Restiamo in tema di gomme: i treni di pneumatici da asciutto diminuiscono da 14 a 11, mentre la larghezza massima del battistrada degli pneumatici anteriori diminuisce da 270 a 245 mm.

Vietato l'utilizzo del Kers, il sistema di recupero dell'energia cinetica che nella scorsa stagione venne utilizzato solo da un ristretto gruppo di team. L'idea di questo dispositivo, tuttavia, risulta solo accantonata, e non abbandonata, dalla Federazione Internazionale.

Punteggi: quest'anno, la classifica premierà i primi dieci al traguardo, anziché otto come accadeva nelle scorse stagioni. Il motivo va visto nel fatto che al via della serie si schierano 13 team.

Il punteggio cambia in maniera radicale: 25 punti al vincitore di ogni GP, 18 al secondo, 15 al terzo, 12 al quarto e, via via, 10, 8, 6, 4, 2, 1.

Piloti e team al via

McLaren - Mercedes: monoposto MP4-25. La vettura presenta un innovativo schema aerodinamico, che permette elevate velocità in rettilineo.

Piloti: Lewis Hamilton; Jenson Button

Ferrari: monoposto F10. La Rossa si annuncia affidabile, gli occhi del circus sono puntati sulla nuova creatura di Maranello, il cui sviluppo è iniziato a metà stagione 2009.

Piloti: Fernando Alonso; Felipe Massa

Mercedes GP: monoposto MGP W01. Sulla carta, la "argentea" di Stoccarda parte da zero. Tuttavia, è l'erede della Brawn GP. Ed è una incognita: Ross Brawn annuncia una inedita soluzione aerodinamica, che sarà svelata solo in occasione dell'inizio delle prove in Bahrain.

Piloti: Nico Rosberg; Michael Schumacher

Red Bull: monoposto RB6. L'ultima a presentarsi ai test pre-campionato, ha subito dimostrato una buona competitività. Il progetto della monoposto 2010 ricalca la RB5 utilizzata l'anno scorso. I piloti sono stati confermati, i tecnici pure. Squadra che vince...

Piloti: Sebastian Vettel; Mark Webber

Toro Rosso: monoposto STR5. La "cugina" della Red Bull, equipaggiata con il motore Ferrari 056, si presenta anche quest'anno con le carte in regola per recitare al meglio il ruolo di outsider.

Piloti: Sebastian Buemi; Jaime Alguersuari

Sauber: monoposto C29. La monoposto svizzera del rientrante team guidato da Peter Sauber è equipaggiata con lo stesso Ferrari 056 montato dalla Toro Rosso. Anche per loro, il ruolo di outsider calza a pennello.

Piloti: Pedro De La Rosa; Kamui Kobayashi

Force India: monoposto VJM03. Il team nato all'ombra del Taj Mahal dispone di una monoposto che si annuncia competitiva, ma l'incertezza è legata alla mancanza di un pilota di spicco. Un'altra stagione a un soffio dai migliori? Staremo a vedere.

Piloti: Adrian Sutil; Vitantonio Liuzzi

Williams: monoposto FW32. "Il vecchio e il bambino": Rubens Barrichello e Nico Hulkenberg sono i piloti chiamati da Sir Frank per la 36esima stagione del team inglese in F1. Vincerà almeno una gara? Loro ci sperano, "Rubinho" pure. Hulkenberg potrebbe essere uno dei giovani più interessanti.

Piloti: Rubens Barrichello; Nico Hulkenberg

Virgin Racing: monoposto VR-01. Può un uomo che dal nulla ha creato un impero affidarsi alla "vecchia" e costosa galleria del vento? No, certo: meglio un economico software informatico: fa risparmiare tempo e denaro. Tuttavia, la monoposto voluta da Richard Branson ha compiuto solo pochi km in pista.

Piloti: Timo Glock; Lucas Di Grassi

Lotus: monoposto T127. Parli di Lotus e si sciorina davanti la storia della F1. Tuttavia, la monoposto che si schiererà al via quest'anno, dopo 15 anni di assenza, non ne è che una pallida copia. Tutto nuovo: la proprietà (la malese Proton), i piloti e il team, anche se Mike Gascoyne è una garanzia

Piloti: Jarno Trulli; Heikki Kovalainen

Renault: Monoposto R30. Speriamo bene... Della "vecchia gestione" Briatore - Symonds non è rimasta che la sigla della vettura, che continua a inalberare orgogliosa la "R" del debutto targato 1977. Ma il team è tutto nuovo.

Piloti: Robert Kubica; Vitaly Petrov

Team Hispania: Monoposto HRT. Italiana nel telaio, progettato e realizzato in casa Dallara, è gestita da un nuovo team spagnolo guidato dall'ex pilota Adrian Campos. Non ha percorso neppure un km di test, è stata presentata solo pochi giorni fa.

Piloti: Karun Chandhok; Bruno Senna

Se vuoi aggiornamenti su VIA ALLA STAGIONE PER LA FORMULA 1 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 10 marzo 2010

Vedi anche

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Presentata a Daytona la nuova Ferrari 488 Challenge da 670 CV: sarà impiegata nell'edizione numero 25 del monomarca di Maranello.

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

Grande battaglia ad Abu Dhabi, ognuno gioca le sue carte, ma Rosberg si aggiudica il Campionato. Strepitoso Vettel!

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

Altra pole di Hamilton, ma Nico continua ad amministrare. Giro capolavoro di Ricciardo, Kimi ancora meglio di Vettel.