Dacia Lodgy “ICE” al Trofeo Andros

Per il famoso trofeo sul ghiaccio, la Casa romena schiera tre piloti d’eccezione e una vettura fuori dagli schemi.

Dacia Lodgy "ICE" al Trofeo Andros

Tutto su: Dacia Lodgy

di Francesco Donnici

15 novembre 2011

Per il famoso trofeo sul ghiaccio, la Casa romena schiera tre piloti d’eccezione e una vettura fuori dagli schemi.

Dacia parteciperà per la terza volta all’emozionante Trofeo Andros ( 7 gare disputate su superfice ghiacciata) con una vettura da competizione davvero speciale: la Dacia Lodgy “ICE”. Si tratta di un prototipo da competizione con carrozzeria da monovolume che anticipa il futuro modello della Casa romena che verrà presentato il prossimo marzo, in occasione del Salone di Ginevra 2012.

Per il momento è difficile azzardare dati definitivi sulla Lodgy di serie. Le uniche informazioni a disposizione parlano di un corpo vettura compatto lungo intorno ai 4 metri e con un passo di 2,50 metri. Il nuovo modello sarà assemblato nel nuovo stabilimento Dacia in Marocco e dovrebbe avere un costo di partenza tra i 13.000 e 15.000 euro.

Il Trofeo Andros

Al contrario della Lodgy “ICE” destinata a competere nel Trofeo Andros 2012 sappiamo tutto. Questa particolare monovolume da gara, progettata e realizzata appositamente per questa competizione dura e difficile, risponde a tutti i vincoli imposti dal regolamento del Trofeo Andros. Ogni componente utilizzato sulla vettura segue regole ben precise, le quali limitano l’utilizzo di soluzioni tecniche complesse e costose, che nello stesso tempo potrebbero pregiudicare l’affidabilità della vettura.

Dacia Lodgy “ICE”

Lunga 4 metri, larga 1.90 metri, con una massa totale di soli 950 chili e con un serbatoio da 25 litri, questo particolare prototipo sfrutta un potente propulsore V6 3.0 litri. Situato in posizione posteriore-centrale, il propulsore sviluppa una potenza di 355 CV e una coppia massima di 360 Nm, scaricati sulla trazione integrale permanente tramite un sofisticato cambio sequenziale a sei rapporti. La vettura è dotata di quattro ruote sterzanti, sospensioni con schema a doppi triangoli con gruppo molla-ammortizzatore firmati dalla Ohlins e di un impianto frenante dotato di dischi in acciaio da 300 mm per l’anteriore e 265 mm per il posteriore.

Due vetture per tre campioni

La Lodgy “ICE” verrà pilotata da tre campioni d’eccezione: Alain Prost (ex campione di Formula 1), suo figlio Nicolas Prost ed Evens Stievenart. Ogni prova vedrà protagoniste due Lodgy “ICE”: la prima pilotata da Alain Prost, già vicecampione del Trofeo nelle edizione 2010 e 2011, al volante della Dacia Duster “ICE”. Sulla seconda vettura si alterneranno invece Nicolas Prost e Evens Stievenart, co-pilota e co-vincitore di Alain Prost nella finale allo Stadio di Francia.