La Cadillac di Obama

Verrà utilizzata a partire dal giorno dell’insediamento

La Cadillac di Obama

Tutto su: Cadillac

di Redazione

15 gennaio 2009

Verrà utilizzata a partire dal giorno dell’insediamento

.

È dai tempi di Woodrow Wilson, nel 1919, novant’anni fa, che i Presidenti americani viaggiano a bordo di una limousine Cadillac e Barack Obama non farà eccezione: per lui un nuovo modello, che riprende alcune caratteristiche della CTS Sport e della Escalade, come la griglia a doppia struttura sotto il cofano e i fanali anteriori e posteriori sviluppati in verticale.

All’interno, l’abitacolo fonde il design moderno e la tecnologia con una cura artigianale per i particolari vecchio stile, i passeggeri sui sedili posteriori potranno godere di un ampio spazio dirigenziale, visibilità all’esterno e numerose funzionalità di ufficio mobile.

Il sigillo presidenziale è posizionato al centro degli schienali posteriori, così come sul lato interno di ogni portiera posteriore. Dei faretti LED di ultima generazione illumineranno, nelle ore notturne, la bandiere fissate sul parafango anteriore. Il nuovo modello è leggermente rialzata rispetto alla limousine presidenziale dell’epoca Bush, la Cadillac DTS, anche se dimensioni complessive e ingombro saranno simili.

La Cadillac di Obama però, dovrebbe davvero distinguersi dalle precedenti nell’attenzione alla sicurezza. Tuttavia, nel solco di una tradizione di riservatezza che risale a Clinton, al momento non sono state fornite informazioni ufficiali sulle dotazioni di sicurezza e motorizzazione.

Fonti non confermate parlano di: vetri spessi 15 centimetri, pneumatici a prova di foratura e materiali particolari studiati appositamente per proteggere i passeggeri in caso di aggressioni chimiche.