La Cadillac CTS-V Sport Wagon si farà

Debutterà all’inizio della prossima estate la versione più sportiva della famigliare di lusso: motore V8 da 6,2 litri e 564 CV. Ci sarà anche coupé

La Cadillac CTS-V Sport Wagon si farà

Tutto su: Cadillac CTS

di Francesco Giorgi

18 novembre 2009

Debutterà all’inizio della prossima estate la versione più sportiva della famigliare di lusso: motore V8 da 6,2 litri e 564 CV. Ci sarà anche coupé

Sarà grande, molto grande. Alla faccia della nuova via all’understatement che sembrava avere preso piede negli USA, come si capiva dagli accordi tra Fiat e Chrysler per esempio.

Bob Lutz, il Vice presidente General Motors, ha confermato che nel 2010 sarà dato il “via” alla Cadillac CTS-V Sport Wagon. Non è tutto: Lutz ha anche annunciato che, oltre alla versione famigliare, la extra large del marchio di lusso GM (versione “pompata” della più tranquilla CTS attualmente in listino) sarà disponibile in una varietà completa di allestimenti: “Gli automobilisti potranno scegliere la CTS-V in tutte le versioni che vorranno”, ha spiegato Lutz, facendo intendere che, oltre alla berlina e alla Sport Wagon, la CTS-V sarà disponibile anche con carrozzeria coupé.

Una mossa coraggiosa, non c’è che dire. Soprattutto alla luce dell’impegno economico che General Motors ora è chiamata a sostenere. Con la porta chiusa in faccia alla cordata Magna – Sberbank, infatti, GM si trova a dovere rimborsare i prestiti erogati, nei mesi scorsi, dal Governo degli Stati Uniti e dall’amministrazione tedesca: 33 miliardi di euro da Washington e 1,5 miliardi da Berlino.

La situazione finanziaria della General Motors, tutt’altro che florida, non ha comunque scalfito la fiducia dell’ex numero uno (per livelli di vendite) su scala mondiale. La Cadillac CTS-V Sport Wagon confermata da Bob Lutz è, in pratica, un ritorno alla filosofia a stelle e strisce del “Grosso è bello”.[!BANNER]

La vettura, infatti, che nasce con il preciso intento di rivaleggiare contro la “corazzata” tedesca (Mercedes, BMW e Audi), sembra una Audi RS6 Avant ancora più grande.

Il motore che equipaggerà questa maxi famigliare è lo stesso già montato sulla berlina: il V8 Supercharged da 6,2 litri, un propulsore che non sfigurerebbe sotto la cabina di un camion, non fosse altro che per i valori di potenza e coppia erogati: 564 CV e 750 Nm.

La vettura, assicurano i “piani alti” General Motors, arriverà nelle concessionarie verso la prossima estate, assieme alla Coupé, che monterà natuaralmente lo stesso motore. In sostanza, si tratterà di una gamma di vetture dotate di un appeal inedito: saranno destinate a facoltosi proprietari che in garage possiedono le testimonianze di un patrimonio di fedeltà alla Cadillac, e che non rinunceranno al lusso offerto dal marchio top della General Motors.