Nuova Opel Zafira 2016: modularità e comfort

La rinnovata Opel Zafira diventa sempre più versatile e modulare per adattarsi al meglio alle esigenze di chi desidera tanto spazio.

Nuova Opel Zafira 2016, foto ufficiali

Altre foto »

Era l'ormai lontano 1999, quando la Casa del Fulmine lanciò sul mercato la prima generazione della Zafira, monovolume rivoluzionaria di dimensioni compatte capace di ospitare fino a sette passeggeri. Dal giorno del suo debutto, sono state distribuite ben 2,7 milioni di unità, acquistate principalmente da famiglie numerose o da professionisti che necessitano di tanto spazio a bordo.

Seguendo la medesima filosofia, la nuova Opel Zafira si prepara a debuttare sul mercato italiano a partire da ottobre e si distinguerà per un serie di soluzioni tecniche e tecnologiche che la rendono ancora più fruibile e versatile.  Esteticamente, la vettura si distingue per l'inedito frontale caratterizzato dalla presenza della nuova mascherina cromata che separa i gruppi ottici dal design inedito che  si fondo in un unico elemento con a griglia del radiatore. La vista laterale viene esaltata dai muscolosi passaruota capaci di offrire un senso di forza e potenza.

Entranti nell'abitacolo è possibile apprezzare il nuovo cockpit della plancia che si distingue per un design più semplice e dotato di un tocco in più di eleganza, studiato anche per avere tutti i comandi e le informazioni sotto controllo. Il nuovo display "touch" da 7 pollici dedicato al sistema di infotainment risulta più basso ed integrato, oltre ad avere meno pulsanti fisici rispetto a quello della precedente generazione.

La Zafira potrà essere equipaggiata con due differenti sistemi di  infotainment IntelliLink di ultima generazione: quello denominato "R4.0 IntelliLink" risulta compatibile con i sistemi di connettività per smartphone Apple CarPlay e Android Auto, mentre quello battezzato "Navi 950 IntelliLink" offre le fuznioni  del sistema di infotainment abbinate a quelle del navigatore satellitare. Non manca l'Opel OnStar dotato di chiamata automatica in caso di incidente e molte altre funzioni, tra cui l'invio indicazioni stradali (con il Navi 950).

Le parole d'ordine sulla nuova Zafira sono versatilità e modularità: ad esempio la console multifunzione FlexRail offre un grande contenitore e portabicchieri che scorrono su binari di alluminio fino a raggiungere la posizione desiderata, oppure il portabiciclette posteriore FlexFix offre una soluzione pratica e semplice per tutti quelli che vogliono portare in viaggio la propria bicicletta. La monovolume tedesca offre inoltre un carico davvero eccezionale e trasformabile secondo le esigenze, basti infatti pensare che in configurazione 5 posti è possibile caricare ben 710 litri di bagagli che diventano addirittura 1.860 abbattendo i sedili della seconda fila.

Anche l'elettronica ha un ruolo da protagonista, con il sistema Opel Eye (che gestisce i nuovi fari AFL al LED) che permette di  controllare anche i dispositivi Traffic Sign Assistant, il Following Distance Indication, il Forward Collision Alert, il Lane Departure Warning e l'Adaptive Cruise Control. Comfort e piacere di guida sono inoltre esaltati dalle inedite sospensioni a controllo elettronico Flexride con cui è possibile adattare l'assetto a seconda delle condizioni di guida.

Se vuoi aggiornamenti su OPEL ZAFIRA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 01 giugno 2016

Altro su Opel Zafira

Nuova Opel Zafira: prodotto il primo esemplare
Anteprime

Nuova Opel Zafira: prodotto il primo esemplare

La rinnovata monovolume di segmento C inizia a presentarsi al pubblico: da Russelsheim è uscita l'unità numero uno. Anteprima a Parigi.

Nuova Opel Zafira, cresce migliorandosi sempre
Ultimi arrivi

Nuova Opel Zafira, cresce migliorandosi sempre

Ok il design più fresco, le novità più importanti però sono in abitacolo, punto forte della monovolume tedesca.

Nuova Opel Zafira: nel 2012 sarà così?
Anteprime

Nuova Opel Zafira: nel 2012 sarà così?

L'MPV tedesca si ispira nell’aspetto all'elettrica Ampera ma nella sostanza all'Insigna. Spicca il sistema Flex-7 per la gestione dei sedili