Seat Alhambra 2015: primo contatto

Aggiornamenti in vista per la monovolume spagnole. L’infotainment elaborato diventa la regola e la gamma motori si fa ancora più efficiente

Seat Alhambra 2015: primo contatto

di Cesare Cappa

10 luglio 2015

Aggiornamenti in vista per la monovolume spagnole. L’infotainment elaborato diventa la regola e la gamma motori si fa ancora più efficiente

È tempo di monovolume all’interno del Gruppo Tedesco che, dopo i modelli di casa Volkswagen, si dedica a quello del marchio spagnolo. La SEAT Alhambra modernizza i propri contenuti, preservando il contenitore. Scelte condivise con il resto della famiglia, che si dimostra sempre più attenta alla multimedialità.

SEAT Alhambra 2015: infotainment e minimalismo

Qualche ritocco c’è stato, ma non così sostanziale da travolgere SEAT Alhambra. Così le quote sono le stesse e i volumi interni immutati. A bordo è il volante di matrice Leon a spiccare. Ma il vero coup de théâtre è il nuovo sistema d’infotainment. È lo stesso di cui Ibiza e Leon si sono fatte portabandiera nelle rispettive edizioni targate Connected. Si tratta quindi dell’ormai noto SEAT Full Link. Quel sistema che consente alla monovolume spagnola la possibilità di interagire con (quasi) ciascuna tipologia di smartphone attualmente in commercio. La piattaforma elaborata dal Gruppo Volkswagen coinvolge MirrorLink, Android Auto e CarPlay. Ed è parte del cosiddetto SEAT Media System Plus. Che si palesa con un touch screen a colori da 6,5″ ed include anche gli ingressi AUX, USB ed SD, senza dimenticare il dispositivo vivavoce Bluetooth®. Chi invece fosse solo interessato allo spazio a bordo, sappia allora che in Italia i sette posti sono di serie e che il volume del bagagliaio può salire sino a quota 2.297 litri.

SEAT Alhambra 2015: aggiornamenti in chiave Euro 6

La famiglia di motorizzazioni, che raccontano il rinnovamento messo in campo da SEAT Alhambra, è più articolato di quello che andremo a descrivere. Semplicemente perché nel nostro paese non tutte le unità tedesche erano recepite nel modo giusto. Quindi in Italia sarà solo il diesel ad avvalersi del potenziale del nostro mercato. Un unico propulsore, declinato in tre distinti livelli di potenza. Il 2.0 TDI sarà disponibile nelle versioni da 115, 150 e 184 CV. Il mediano dei tre, sarà anche quello offerto nell’edizione 4DRIVE, ossia la Alhambra a quattro ruote motrici. Mentre il più prestazionale sarà equipaggiato esclusivamente con il cambio doppia frizione DSG (optional sul 150 CV). Ciascuna delle motorizzazioni esegue “onestamente” le direttive impartite, ma solo la variante più potente è in grado di garantire una certa vivacità negli spostamenti. Tutta la gamma motori ha subito una serie di aggiornamenti, tali per cui possono vantare la dicitura Euro 6.

SEAT Alhambra 2015: la prova su strada

Dipende tutto dal parametro di valutazione. Spaziosa? Si. Confortevole? Si. Due risposte che dovrebbero essere più che sufficienti a soddisfare i potenziali acquirenti di una SEAT Alhambra. Anche perché, altri criteri di giudizio potrebbero risultare superflui, ma soprattutto poco indicati al contesto in cui un’auto come questa di solito opera. La passione non c’entra, perché Alhambra si concentra solo sull’atto del trasporto. Un azione che esegue senza problemi e difficoltà. Certo non è una vettura leggera e il peso in “ballo” può innescare facilmente [glossario:rollio] e beccheggio. Ma questo accade soltanto se ci si dimentica che ci si trovi al volante di una monovolume per famiglie, inebriati da una serie di curve. Eventualità plausibile, che però la sicurezza attiva monitora attentamente, riportando il distratto padre di famiglia alla realtà. Battute a parte, la SEAT Alhambra in edizione 2015 si dota del sistema di frenata anticollisione multipla. Un dispositivo sempre più presente all’interno della gamma del Gruppo tedesco, capace di arrestare il veicolo autonomamente in caso di pericolo.

SEAT Alhambra 2015: Gamma & Prezzi

Facile, semplice, ma soprattutto contenuta. Così si presenta la gamma di SEAT Alhambra. Che, con solo una motorizzazione a listino (tre i livelli di potenza disponibili), ha deciso di badare al sodo anche quando si è trattato di definire gli allestimenti. Sono solo due: Style ed Advance. Il delta prezzo è di 2.000 euro. Una dualismo tra le due varianti che premia comunque la qualità della vita a bordo e la sicurezza su strada. Già a partire dal modello Style sono di serie il SEAT Media System Plus e il sistema di frenata anticollisione multipla. La versione Advance alimenta il “piatto” con il navigatore satellitare, le porte posteriori e il portellone ad apertura elettrica. E agevola le manovre di parcheggio grazie al Park Assist e alla telecamera posteriore. Gli unici “veri” optional sono il sistema di regolazione dell’assetto (DCC) e il blind spot detection, ossia il dispositivo demandato al monitoraggio dell’angolo cieco. Prezzi a partire da 34.300 euro della SEAT Alhambra 2.0 TDI 115 CV Style. La vettura sarà in concessionaria a settembre.

 

 

 

 

 

No votes yet.
Please wait...