Ferrari 458 Italia Milano by DMC

La supercar italiana rivisitata da DMC è presente al SEMA di Las Vegas

Ferrari 458 Italia Milano by DMC

Tutto su: Ferrari 458 Italia

di Valerio Verdone

02 novembre 2011

La supercar italiana rivisitata da DMC è presente al SEMA di Las Vegas

Nessun’auto sfugge alla legge del tuning, che mira a personalizzare anche le sportive più blasonate e quelle vetture così particolari che sembrano non aver bisogno di ulteriori affinamenti o manipolazioni. Così la DMC ha deciso di intervenire niente meno che sulla Ferrari 458 Italia, presentando al SEMA una sua elaborazione.

Con il nome di Ferrari 458 Italia “Milano”, questa vettura ha un aspetto molto simile, se non speculare, alla versione di serie. Ma ad un occhio attento non sfuggono dei particolari dei paraurti anteriori, le minigonne, il diffusore posteriore e gli specchi retrovisori ricostruiti totalmente in fibra di carbonio.

Anche il propulsore, il potente V8 made in Maranello è stato oggetto cure, in particolare, il tuner è intervenuto sull’elettronica e sull’impianto di scarico portando la potenza dai 570 CV originari al valore di 602 CV. Una potenza che viene scaricata a terra sulle grandi coperture 255/30 e 335/25, montate rispettivamente all’avantreno e al retrotreno su cerchi da 9×21″ e 12×22″.

Con il tetto in nero opaco che riprende al tonalità scura dei cerchi e lega perfettamente con i retrovisori in fibra di carbonio, questo tuning su base Ferrari appare come un intervento chirurgico teso a valorizzare più che a stravolgere tutto il lavoro svolto a Maranello.