Usa: un’altra Lamborghini… arrosto

Periodo nero (fumo) per le super sportive Lamborghini. Dopo il richiamo di Casa madre e quella incidentata in Cina, ecco quest’altra finita male

Usa: un'altra Lamborghini... arrosto

di Yves D'Alessandro

22 giugno 2010

Periodo nero (fumo) per le super sportive Lamborghini. Dopo il richiamo di Casa madre e quella incidentata in Cina, ecco quest’altra finita male

Che gli americani fossero cultori del barbecue tanto da organizzarlo in qualsiasi circostanza è risaputo, ma che stessero per lanciare la nuova moda del carbecue, approfittando del week-end per cucinare delle supercar, questo non ce lo saremmo mai aspettato.

E’ quello che è capitato a una splendida Murcielago gialla, devastata dalle fiamme nel quartiere newyorkese di Brooklyn. Secondo testimoni la supercar è stata abbandonata da due giovani che si sono allontanati poco prima dello svilupparsi dell’incendio.

Due le ipotesi al vaglio emerse fin da subito: che i due presunti ladri,abbiano abbandonato la vettura non appena si sono accorti del principio d’incendio a bordo, oppure che abbiano deliberatamente voluto appiccare il rogo con l’intento di distruggere l’auto.[!BANNER]

Dalle immagini scattate sul luogo dell’incidente si vede bene che l‘interno dell’abitacolo e il frontale sono stati devastati dalle fiamme lasciando indenne la parte posteriore ed il propulsore giustificando maggiormente l’ipotesi dolosa del fatto.

Dopo numerosi incidenti di questo tipo accaduti recentemente a delle Lamborghini, l’ultimo è di Aprile con una vettura dello stesso tipo completamente distrutta dalle fiamme in Olanda, e un richiamo di 428 vetture voluto dall’NHTSA americano, l’ente governativo Usa di controllo sulla sicurezza dei veicoli per un difetto all’impianto di alimentazione, continuano a rimanere accesi i riflettori sui misteriosi casi di combustione delle GT di Sant’Agata Bolognese.