Kia Ceed: una gamma per ogni esigenza

Ceed, Ceed Sportswagon, ProCeed ed XCeed: 4 declinazioni per una medesima piattaforma, completa dotazione, elevato comfort e ampie possibilità di carico.

In origine fu Cerato: modello di fascia “compact” prodotto dal 2003 al 2010 venne, in un primo momento, affiancato e (2007) successivamente sostituito dalla allora nuova “famiglia” Ceed, lineup interamente concepita e prodotta in Europa (progettazione nel Centro Stile di Russelsheim, produzione a Zilina-Slovacchia). Una lineup che si distingue per una serie di elementi di tono spiccatamente personale e armonicamente inserito in una dinamica impostazione estetica. E questo vale per tutte e quattro le varianti che concorrono a formare la famiglia Ceed: il modello “standard”, ovvero la berlina a due volumi e cintue porte; la variante Sportswagon, il modello Proceed dall’allure “familiare glamour”, e – ultima in ordine di tempo – Xceed dall’impostazione crossover-coupé.

Parola d’ordine: “Differenziare”

Niro, Optima e Optima Sportswagon, Picanto, Rio, Sorento e Sportage, Stinger, Stonic e Venga sono gli altri modelli chiamati a completare la presenza Kia in Europa, dove (secondo i dati ACEA di ottobre 2019) il monte-immatricolazioni riferito ai primi dieci mesi di quest’anno è di 422.602 unità, corrispondenti ad un +1,2% sullo stesso periodo del 2018. A queste positive performance, che sottolineano l’importanza di una lineup di vetture quanto più ampia possibile in ordine di venire incontro alle più varie esigenze dei clienti e dei mercati, contribuisce il gradimento ottenuto dalla gamma Ceed e “derivate”.

Si punta su immagine, comfort e dotazioni

La gamma Kia Ceed deve il proprio successo ad una serie di fattori: versatilità di carico a prescindere dalla singola configurazione, una buona dotazione di sistemi ADAS di ausilio attivo alla guida, abitacolo accogliente per cinque adulti.

La “famosa” garanzia Long Term

Ulteriore “argomento” a favore di Kia, e che indichiamo in quanto viene anch’esso preso in considerazione dai potenziali clienti, è la forma di garanzia commerciale particolarmente estesa: 7 anni o 150.000 km, con chilometraggio illimitato per i primi tre anni. Ciò vale anche per i modelli ad alimentazione ibrida ed elettrica del “brand” coreano.

Kia Ceed

La segmento C di punta del marchio coreano che fa capo al colosso Hyundai Motors Group è, attualmente, alla terza generazione. E, come accennato (ne parliamo più diffusamente qui sotto) conta su tre “sorelle” che contribuiscono alla realizzazione di una completa lineup dalle origini, sì, coreane; tuttavia, dall’immagine spiccatamente europea. Del resto, Kia Ceed viene progettata nel Centro Stile che Kia possiede in Germania e che riferisce al quartier generale per il Vecchio Continente; la produzione avviene in Slovacchia, più precisamente negli impianti di Zilina, inaugurati nel 2006 e da cui, nella primavera del 2018, venne deliberata la tremilionesima Kia (a titolo di curiosità, riferiamo che l’esemplare dell’importante traguardo era una Ceed GT, equipaggiata con l’unità motrice T-GDi 1.0 benzina, e destinata ad un cliente islandese).

  • “Base di partenza”. Relativamente all’architettura di modello, Kia Ceed viene realizzata sulla nuova piattaforma K2 del marchio coreano. Con le “sorelle” di gamma e con la lineup Kia, la terza serie Ceed condivide una impostazione di stile simpaticamente sportiva e, nello stesso tempo, “personale”: uno degli elementi che contribuiscono al suo immediato riconoscimento è la caratteristica calandra “Tiger nose”.
  • Dimensioni e capacità di carico. A fronte di una lunghezza “fuori tutto” di 4,31 m per 1,8 m di larghezza e 1,447 m di altezza, Kia Ceed di terza generazione offre una buona capacità di carico utile al bagagliaio, in relazione al segmento di appartenenza ed alle forme esterne: 395 litri nel normale assetto di marcia, aumentabili fino a 1.291 litri a sedili posteriori completamente abbattuti.
  • Prezzi, dotazioni e garanzia. La gamma Kia Ceed viene proposta su due varianti benzina (1.4 MPi da 99 CV e 134 Nm di coppia massima; 1.4 T-GDi da 140 CV e 242 Nm), due versioni a gasolio (1.6 CRDi da 116 CV e 280 Nm; 1.6 CRDi 136 CV-280 Nm), ed una versione GPL (1.4 MPi GPL da 96 CV e 122 Nm). Cinque gli allestimenti: “Pure”, “Business Class”, “Business Class DCT”, “GT Line” e “GT Line DCT”. I prezzi partono da 19.750 euro per la configurazione 1.4 MPi 99 CV Pure di accesso alla gamma.

Kia Ceed Sportswagon

Svelata in anteprima in occasione del Salone di Ginevra 2018, Kia Ceed Sportswagon porta in dote un sapiente programma di evoluzione rispetto alla serie che l’ha preceduta (è, anch’essa, alla terza generazione). Fra i principali atout di modello, che contribuiscono a farne una “familiare” particolarmente adatta alle esigenze europee, una notevole capacità del vano bagagli, una ampia personalizzazione ed un buon comfort complessivo.

  • Dimensioni e bagagliaio. “Metro alla mano”, Kia Ceed Sportswagon – allestita anch’essa sul nuovo pianale modulare K2 – misura, negli ingombri “in pianta”, 4,6 m in lunghezza e 1,8 m in larghezza (è, dunque, più larga di 20 mm rispetto alla precedente generazione); l’altezza è 1,47 m (cioè 20 mm in meno). Di rilievo, ai fini delle ampie possibilità di impiego, il volume di carico utile “dietro”: il vano bagagli offre ben 625 litri in configurazione “standard”, ed arriva a sfiorare 1.700 litri con i sedili posteriori (dal canto loro frazionabili nello schema 40 : 20 : 40) abbattuti.
  • Prezzi ed equipaggiamenti. Sono 14 le versioni che formano la gamma Kia Ceed Sportswagon, che come la variante Ceed berlina due volumi offre, di serie, il sistema AEB di frenata autonoma d’emergenza ed il Lane Keep Assist (funzionalità che, dal canto loro, “dialogano” al meglio con l’elevata risposta offerta da sospensioni e sterzo): le versioni benzina 1.4 MPi Pure (99 CV e 134 Nm)e 1.4 T-GDi 140 CV-242 Nm (che, come avviene per Kia Ceed berlina, sono disponibili con cambio manuale e DCT), le varianti turbodiesel 1.6 CRDi 115 CV e CRDi 136 CV, ed i modelli GPL 1.4 Pure e 1.4 Business Class, entrambe con 96 CV di potenza massima e 122 Nm di coppia massima. I prezzi partono da 20.750 euro. La lineup degli allestimenti propone, nell’ordine, le configurazioni “Pure”, “Business Class” ed “Evolution”: fra le principali dotazioni di serie, si segnalano le bare portatutto longitudinali, il controllo elettronico di stabilità, il volante regolabile in profondità, i cerchi in lega, il controllo elettronico trazione, il computer di bordo, la telecamera posteriore, il sedile di guida regolabile in altezza, l’Hill Assist, il Cruise Control attivo, i comandi audio al volante.

Kia Proceed

Se Kia Ceed e Kia Ceed Sportswagon appartengono ad una fascia di prodotto “tradizionale”, con la variante Proceed il Centro Stile europeo Kia ha saputo realizzare una inedita configurazione “station wagon-coupé”, o ancor più precisamente Shooting Brake (ed è stata, al momento del “vernissage” che avvenne in occasione del Salone di Parigi 2018, il primo modello in assoluto per Kia ad essere stato impostato su questa particolare linea estetica), in grado di accattivarsi le simpatie di una clientela che non rinuncia ad una spiccata personalità. Segno, in questo caso, delle elevate possibilità di allestimento offerte dalla piattaforma modulare K2, condivisa fra tutte le varianti di gamma Ceed.

  • Ingombri esterni e capacità di carico. Nessun problema anche a bordo di Kia Proceed: sebbene leggermente inferiore rispetto alla “tuttofare” Ceed Sportswagon, la nuova declinazione Shooting Brake porta in dote una capienza del bagagliaio decisamente notevole. Nel normale assetto di marcia, il vano bagagli presenta una capacità minima di 594 litri, che possono diventare 1.545 con i sedili posteriori abbattuti. Le dimensioni del corpo vettura sono, sostanzialmente, invariate rispetto a Ceed Sportswagon: 4,61 m in lunghezza, 1,8 m in larghezza, 1,42 m in altezza (è, quindi, 5 cm più bassa).
  • Prezzi ed equipaggiamenti. Kia Proceed viene proposta, sul mercato, a partire da 29.000 euro. Declinata in due allestimenti (GT Line e GT, con quest’ultimo caratterizzato da un’immagine ancora più sportiva data dalle modanature sottoporta supplementari, esclusivi accenti in rosso ai paraurti e sedili semi-anatomici) e articolata nelle varianti benzina 1.4 T-GDi 140 CV e 1.6 T-GDi 204 CV, nonché turbodiesel 1.6 CRDi 136 CV (tutte abbinabili al cambio manuale oppure doppia frizione), dispone di un ampio assortimento di sistemi hi-tech e di ausilio attivo alla guida (modulo infotainment con display da 8” compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto, sistema di ricarica wireless per i device portatili, frenata autonoma d’emergenza, sistema di mantenimento di corsia, gruppi ottici Full Led, riconoscimento stanchezza conducente, rivestimenti abitacolo in pelle, sedili anteriori a regolazione elettrica, sedile guida con funzione memory, High Beam Assist).

Kia XCeed

L’ultima nata della famiglia Ceed è, in realtà, frutto di una impostazione “casuale”: da ProCeed, i progettisti di Kia Motors Europe studiarono la possibilità di dare forma ad uno “spin-off” che puntasse ulteriormente su versatilità, immagine personale e dimensioni adeguatamente compatte. Ecco, detta in soldoni, l’”iter” che ha originato Kia XCeed, di recentissimo debutto sul mercato che, come Ceed, Ceed Sportswagon e ProCeed, è un veicolo impostato in Europa, prodotto in Europa e rivolto ad una fascia di clientela “alla europea” che, quindi, è attenta agli spazi a bordo tuttavia mantiene un occhio rivolto a prestazioni, efficienza della vettura (consumi ed emissioni), allo stile ed al dinamismo complessivo del veicolo.

  • Dimensioni e bagagliaio. Il passo è, rispetto alla gamma Ceed, invariato: 2.650 mm. Per contro, la novità Kia XCeed dispone di una lunghezza complessiva pari a 4,39 m (è, dunque, 85 mm più lunga di Kia Ceed berlina due volumi), e l’altezza è 1,49 m (cioè 48 mm in più rispetto a Kia Ceed). Se messa a paragone con Kia Sportage, XCeed risulta più corta di 90 mm e più bassa di 150 mm. È, in sostanza, un’intelligente soluzione-bridge (che i designer Kia hanno ribattezzato “CUV”, ovvero Crossover Utility Vehicle) fra le peculiarità di Kia Ceed e le marcate doti “SUV” di Sportage. A questo proposito, si segnala una posizione di guida più elevata di 44 mm rispetto a Kia Ceed. In virtù di uno sbalzo posteriore più accentuato – il paragone è, qui, sempre Ceed – Kia XCeed dispone di un volume di carico pari a 426 litri nel vano bagagli, aumentabile a 1.378 litri con i sedili posteriori (frazionati nello schema 60: 40) abbattuti.
  • Prezzi ed equipaggiamenti. Kia XCeed, in vendita a partire da 22.750 euro, è – come abbiamo avuto modo di sottolineare recentemente – una delle prime vetture in Europa a disporre del dispositivo UVO Connect che connette i passeggeri con il mondo esterno e, di fatto, costituisce un sistema di auto connessa. In configurazione “standard”, l’equipaggiamento comprende un modulo infotainment con schermo touch da 8” già compatibile con Android Auto ed Apple CarPlay e provvisto di numerose funzioni di controllo e comando; uno schermo multifunzione il cui controllo avviene mediante comandi al volante; e la nuova strumentazione digitale “Supervision” con display da 12.3” a 1920×720 pixel di risoluzione. Particolarmente “ricca” la dotazione ADAS: le dotazioni disponibili comprendono, fra gli altri, Smart Cruise Control con Stop & Go, Blind-spot Collision Warning, Forward Collision Avoidance Assist con rilevamento di auto e pedoni, Intelligent Speed Limit Warning, Lane Keeping Assist e High Beam Assist; e l’LFA-Lane Following Assist che mediante una serie di sensori esterni agisce in maniera attiva su sterzo e acceleratore, e per questo rientra nei parametri di guida autonoma Livello 2. La gamma di motorizzazioni benzina si articola sui modelli 1.0 T-GDi 120 CV, il 1.4 T-GDi 140 CV ed il 1.6 T-GDi 160 CV. Le unità turbodiesel comprendono il 1.6 CRDi 115 e 136 CV.
Kia XCeed, le foto ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Kia Picanto GT Line 2020

Altri contenuti